F1 | Piero Ferrari commemora Niki Lauda: "Pilota fantastico e persona straordinaria"

È morto Niki Lauda, leggenda della Formula 1: addio a uno dei più grandi piloti di sempre

A 70 anni muore Niki Lauda, leggenda della Formula Uno

Tanti i trionfi del celeberrimo pilota Niki Lauda, venuto a mancare a 70 anni dopo una lunga malattia. In Formula 1 ha vinto tre titoli mondiali: campione del mondo nel 1975 e nel 1977 con la Ferrari, poi nel 1984 con la McLaren.

L'ex pilota era ricoverato in una clinica privata in Svizzera per problemi ai reni.

"I suoi risultati unici come atleta e come imprenditore sono e rimarranno indimenticabili - continua la nota della famiglia - il suo instancabile entusiasmo per l'azione, la sua schiettezza e il suo coraggio rimangono". Come ricorda il sito della Bbc, nove mesi fa Lauda aveva subito un trapianto di polmone.

Dall'anno scorso le sue condizioni erano precipitate anche perché dal 1976 i polmoni dell'ex ferrarista risentivano sempre delle conseguenze del terribile incidente sul circuito tedesco del Nürburgring, quando la monoposto con la quale gareggiava prese fuoco e il pilota inalò molto fumo, provocando una parziale bruciatura dei polmoni. Un antagonismo, quello tra Lauda e James Hunt, che tenne col fiato sospeso il pubblico in innumerevoli occasioni. Un incidente rimasto impresso non solo nell'immaginario collettivo ma anche sul volto sfigurato del pilota. E seppe farsi un nome anche al di là dello sport e dei motori. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge. Lauda si ritirò dalle competizioni, dopo due stagioni con la Brabham-Alfa Romeo, alla fine del 1979, per dedicarsi alla compagnia aerea che aveva fondato. Su Instagram Jenson Button scrive: "Una leggenda ci ha lasciati". Era soprannominato "il computer" per la sua meticolosità e la capacità di individuare i difetti della vettura che guidava.

Ha disputato 171 gran premi, con Ferrari e McLaren, fra le altre case automobilistiche, vincendone 25.

Altre Notizie