Catania: Ong Open Arms, archiviata inchiesta contro comandante e capo missione

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

Archiviata l'accusa per il comandante Marc Reig Creus e per il capo della Procactiva Open Arms spagnola, Ana Isabel Montes Mier.

Dopo l'approdo della nave, Zuccaro ne dispose il sequestro, avocando a sè la competenza della Procura di Ragusa, iscrivendo nel registro degli indagati i responsabili della nave per il più grave reato di associazione per delinquere. È stato il presidente dell'ufficio del gip di Catania, Nunzio Sarpietro, a disporre l'archiviazione del fascicolo. "Siamo fiduciosi che le evidenze giudiziarie che stanno emergendo in questi ultimi mesi potranno costituire un argine verso le scellerate scelte della politica europea e sapranno ricostruire con chiarezza una tragica pagina storica, quella delle migliaia di vite annegate nel Mediterraneo Centrale e del silenzio dell'Europa". "Ora restano in piedi solo le accuse di violenza privata da parte della procura di Ragusa - ha precisato poi l'avvocato Gamberini - che però ci paiono piuttosto fantasiose". Nella sua richiesta la Procura distrettuale ha sottolineato che lo sviluppo delle indagini, compresi gli accertamenti su cellulari, non ha permesso di trovare riscontri per contestare il reato di associazione per delinquere in un eventuale processo penale.

"Non esiste alcun indizio che l'organizzazione favorisca l'immigrazione clandestina". Per la procura, Open Arms si era rifiutata di "consegnare i profughi salvati a una motovedetta libica " e, inoltre, "nonostante la vicinanza con l'isola di Malta, la nave proseguì la navigazione verso le coste italiane, come era sua prima intenzione". Il sequestro della nave fu convalidato dal gip di Catania, ma soltanto per il reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. L'Ong si è sempre difesa sostenendo di avere agito in stato di necessità per salvare vite umane e che non smetterà di adoperarsi ancora: "Noi continuiamo" fa sapere.

L'indagine era stata aperta dal pubblico ministero Carmelo Zuccaro che aveva richiesto il sequestro dell'imbarcazione, rigettato il 16 aprile scorso dal gip Giovanni Giampicciolo.

La notizia è stata data dagli avvocati della Open Arms, che avevano chiesto alla Procura lo "stato di avanzamento" dell'indagine, dopo che la nave era stata sequestrata perché accusata di non rispettare le norme.

Altre Notizie