Giro all'italiana: tappa a Masnada, maglia rosa a Conti

Tappa 6 del Giro d'Italia 2019

Tappa 6 del Giro d'Italia 2019

Lo sloveno Roglic, vittima di una caduta senza particolari conseguenze, e il gruppo sono arrivati al traguardo con un ritardo di oltre 7'. Buon sangue non mente e Valerio Conti, per la prima volta in rosa, lo ha dimostrato proprio alla sesta tappa del giro d'Italia.

Giornata da incorniciare per i nostri portacolori al Giro d'Italia. Finora non aveva ottenuto nessun piazzamento nei primi 20. "Sono riuscito a salutarlo, gli ho promesso che avrei vinto una tappa e ce l'ho fatta". La dedica per questa vittoria è particolare. Fu lo zio Noè a regalare la prima bicicletta a Valerio.

L'ultima doppietta italiana in una frazione del Giro si era verificata a Santa Ninfa l'anno scorso con Enrico Battaglin e Giovanni Visconti, 1o e 2o della 5a tappa. Lo ha dichiarato il vincitore della 6a tappa del Giro, Fausto Masnada, ai microfoni della Rai. Era dal 2016 che la maglia rosa mancava dalle spalle di un corridore italiano, da quando Vincenzo Nibali la conquistò nel 2016. Fortunatamente ero al posto giusto quando finalmente è partita la fuga, poi abbiamo collaborato tutti. Più passavano i chilometri e più mi rendevo conto che potevo fare l'impresa. Il classe 1993 bergamasco ha avuto tagliato il traguardo davanti al compagno di fuga e coetaneo Valerio Conti. Valerio Conti è quello meglio piazzato nella generale, ma a Roglic non sembra interessare più di tanto.

"Per me questo è un sogno che si realizza, ho faticato da matti per tenere la ruota di Fausto che andava come una moto". Anche per lui la possibilità di tenerla il più possibile per qualche giorno di meritata gloria.

Altre Notizie