Calciomercato, Sarri-Chelsea addio dopo il 29 maggio: sperano Milan e Roma

Chelsea-Sarri addio dopo la finale di E. League Roma e Milan in allerta

Sarri resta in bilico: “Futuro al Chelsea? Non ne sono sicuro”. E la Roma attende…

Il manager del Blues è ormai inviso alla maggior parte dei tifosi e non ha un buon rapporto con la società. I motivi non sono legati ai risultati sportivi. A me piace molto Belotti, ma il discorso è capire come viene strutturato l'acquisto di una grande punta, se verrà preso per fare da spalla a Milik o come alternativa, bisogna capire poi cosa esce, se va via Insigne è un conto ma se va via Mertens ne è un altro. Posso solo dire che il club mi ha chiesto di arrivare in Champions e abbiamo centrato l'obiettivo. È fantastico, è al livello top nel mondo. Ugualmente, adesso vi dico che Sarri tornerà in Italia a fine stagione.

Non c'è da sorprendersi se Maurizio Sarri, dopo l'ultima partita di campionato giocata a Leicester e dopo aver conquistato in una settimana qualificazione in Champions (il 5 maggio), finale di Europa League (giovedì 9) e terzo posto in Premier dietro ai marziani Manchester City e Liverpool (domenica 12), abbia raccontato "io vorrei restare, ma non so se mi confermeranno". Regge le pressioni pur andando volentieri allo scontro verso chi gli fa notare qualche errore, perché nei suoi trascorsi passati più volte si è ritrovato come un uomo solo con l'esigenza di doversi difendere contando unicamente sulle proprie forze. Quello che è certo al momento è che Lampard sarebbe prontissimo a lasciare il Derby nonostante un contratto fino al 2021 per tornare a "casa" con la speranza di riportare il Chelsea, anche con il possibile blocco di mercato, al vertice in Inghilterra e in Europa.

Altre Notizie