Iliad cede le torri a Cellnex per 600 milioni

WiFi Crack

Iliad vende 2200 torri a Cellnex per accelerare lo sviluppo 4G e 5G

Roma, 7 mag. (AdnKronos) - Iliad ha concluso un accordo con Cellnex, uno dei principali attori sul mercato delle torri in Europa, in vista della conclusione di un accordo strategico riguardante le sue infrastrutture passive di telecomunicazioni mobili in Italia e in Francia.

Per l'Italia in particolare, l'operatore conferma di voler sviluppare velocemente la propria rete: è di oggi la notizia dell'accordo con Cellnex per la cessione di 2200 siti di Iliad per la copertura 4G e 5G.

L'investimento totale pianificato da Cellnex per l'acquisizione dei 10.700 siti è di 2,7 miliardi (1,4 mld per il 70% della nuova società che gestirà i 5.700 siti acquisiti da Iliad in Francia, oltre 600 milioni per il 100% dei 2.200 siti da acquisire da iliad in Italia; 700 milioni per il controllo del 90% della società che gestirà i siti di Salt in Svizzera).

Nell'ambito dell'operazione prevista, Iliad concluderebbe con la società d'infrastrutture un accordo di prestazione di servizi di lungo termine. Tali contratti prevederebbero la fornitura di prestazioni di accoglienza sulle infrastrutture passive di telecomunicazioni e la costruzione di nuovi siti macro attraverso il programma di build-to-suit definendo così un quadro industriale comune chiaro tra le due aziende e garantendo per l'operatore francese l'accesso a queste infrastrutture sul lungo termine.

Siamo felici che sempre più persone si uniscano alla rivoluzione che abbiamo cominciato nel 2018, basata sulla verità e la trasparenza. "Questo accordo con Cellnex ci permetterà di accelerare ancor di più lo sviluppo della nostra rete e di fornire un servizio sempre migliore ai nostri utenti" afferma Benedetto Levi, Amministratore Delegato di Iliad.

Ora che le trasmissioni in 5G diventano realtà, Cellnex Telecom (colosso spagnolo delle antenne con sede a Barcellona) e Iliad annunciano la firma di accordi di cooperazione strategica a lungo termine in Francia e in Italia.

L'operazione è soggetta alle normali condizioni per questo tipo di operazione. L'intera operazione dovrebbe chiudersi entro la fine del 2019, dopo che saranno state concesse le approvazioni regolamentari.

Altre Notizie