Empoli, Andrezzoli: "Tifo Atalanta, ma potevamo vincere anche noi"

Chirico: 'Basta sparare sulla Juventus, quanta ipocrisia! Ricordate cosa fece Ancelotti?'

Atalanta, Gasperini: "Contro il Napoli niente turnover, giocheremo al massimo tutte le gare"

Il pareggio non ha permesso alla Dea di raggiungere la Roma, avanti di un punto, e tanto meno il Milan. Ma a meritare il successo sono stati indubbiamente gli uomini di Gasperini che hanno messo sotto assedio la difesa toscana, rei unicamente di non aver trovato la conclusione vincente che avrebbe potuto aprire anche ad una goleada. Abbiamo fatto una gran partita. L'Atalanta adesso avrà la semifinale di ritorno di Coppa Italia con la Fiorentina il 24 aprile (si parte dal 3-3 del Franchi), ma due giorni prima andrà a Napoli.

Il baricentro molto alto, a 60 metri, e le posizioni medie particolarmente avanzate, con il solo Palomino all'interno della sua metà campo, aiutano a definire ancora meglio quanto sia stata dominante la prestazione dell'Atalanta, che ha schiacciato l'Empoli praticamente per tutta la partita (alla fine del primo tempo i nerazzurri avevano già centrato lo specchio in 7 occasioni, un altro record in questo campionato) e non ha concesso quasi nulla. "No, non possiamo fare calcoli". Per analizzare il momento positivo di "Drago" in provincia, Firenzeviola.it ha contattato il padre del portiere, ovvero Dariusz Dragowski: "Su Bartlomiej è stato detto molto in questo periodo. Però noi eravamo falcidiati dagli infortuni: le prime palle gol le abbiamo avute noi, e anche l'ultima, la più importante, con Di Lorenzo dal dischetto". Parole e pensieri di Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli che in sala stampa s'è soffermato sullo 0-0 contro l'Atalanta elogiando l'atteggiamento dei suoi.

Altre Notizie