Napoli, il capo dello Stato Mattarella visita il rione Sanità

Cronaca	  		   	Napoli la lettera dei ragazzi del rione Sanità a Mattarella

Cronaca Napoli la lettera dei ragazzi del rione Sanità a Mattarella"Caro presidente con lei non siamo soli

Mattarella è il buon padre di famiglia al quale tutti si avvicinano. L'aveva promesso che sarebbe venuto a Napoli dopo i gravi fatti di cronaca dei giorni scorsi. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, visitando nel capoluogo partenopeo il Rione Sanità, accompagnato dal presidente della Camera, Roberto Fico. Sono io che ringrazio voi. "Come abbiamo già detto in questi giorni, quando la camorra spara e lo fa in quel modo - ha proseguito sul tema il sindaco - la risposta la deve dare lo Stato a cui compete il controllo del territorio, prevenzione, attività investigativa, individuazione di responsabili, processi rapidi e condanne e, quando sono definitive, possibilmente di farle eseguire non come 13mila sentenze passate in giudicato di cui ci sono i condannati definitivi a piede libero". Se ne riparlerà a ottobre, quando l'esecutivo metterà mano alla Finanziaria 2020. Ma il filo conduttore dell'intera giornata è l'impegno anti-clan.

Anche Antonio Cesarano, il prade del 17enne Genny, ucciso per errore nel lontano 2015 da alcuni sicari, ha mostrato gioia nel vedere un presidente fargli visita nel suo quartiere e ha commentato il fatto con le seguenti parole, riportate su Repubblica. Questo quartiere è sicuramente cambiato da quando è morto Genny. E poi la cooperativa La Paranza, impegnata nella valorizzazione dei beni culturali, i volontari, i catechisti, i docenti in trincea.

Non mi stanco mai, ogni volta che posso, di sottolineare come l'Italia abbia bisogno di ritrovare, in maniera più intensa, il senso di comunità, di sentirsi legata da un destino comune tra i suoi cittadini.

Altre Notizie