Notre-Dame, il miliardario Pinault dona 100 milioni di euro per la ricostruzione

Notre Dame corsa alle donazioni in campo i big del lusso da Pinault a LVMH

Notre-Dame, il miliardario Pinault dona 100 milioni di euro per la ricostruzione

In primis il magnate fracese François-Henri Pinault, marito dell'attrice Salma Hayek, che ha annunciato la volontà di donare $113 million per contribuire al processo di ricostruzione della cattedrale di Notre Dame. Tra le ultime, quella della famiglia Bettencourt-Meyers, tra le più ricche di Francia, eredi del colosso L'Oréal, che ha annunciato un aiuto di 200 milioni, di cui 100 attraverso la fondazione Bettencourt Schueller.

Una "colletta nazionale" la ricostruzione di Notre-Dame verrà lanciata in Francia oggi alle ore 12.00, per raccogliere fondi per la ricostruzione della cattedrale simbolo di Parigi e della cristianità in Europa, devastata dall'incendio domato a notte fonda, dopo ore lotta contro il fuoco da parte di 400 pompieri. In un tweet, l'amministratore delegato Tim Cook afferma che Apple effettuerà una donazione per gli "sforzi di ricostruzione di Notre Dame in modo che sia un'eredità per le future generazioni". E a ruota è arrivato l'annuncio della famiglia Arnault, proprietaria del gruppo del lusso LVMH (che include oltre 70 marchi tra cui Christian Dior, Bulgari, Guerlain e Louis Vuitton) che donerà 200 milioni di euro. La sindaca di Parigi, Anne Hidalgo ha annunciato che sara' sbloccato un contributo del comune di 50 milioni di euro. Anche in Usa si sono già attivati: la French Heritage Society, un'organizzazione che ha sede a New York, dedita proprio alla conservazione dei tesori architettonici e culturali francesi, ha lanciato una pagina web di raccolta fondi. Secondo Michel Picaud, presidente dell'associazione "Friends of Notre-Dame de Paris, il progetto di restauro della cattedrale costerà 150 milioni di euro". Per Andre Finot, portavoce della cattedrale, è "troppo presto per fare un bilancio sui danni".

Altre Notizie