Moscovici, commissario Ue, attacca l’Italia. E’ un pericolo per l’Eurozona

Pierre Moscovici

Def, Moscovici: "Il deficit dell'Italia pesa sui conti dell'Eurozona"

La situazione dell'Italia, - ha dichiarato Mowscovici a SkyTg24 e a Class Cnbc - pesa sui conti dell'Eurozona. "Servono riforme strutturali vere e credibili e misure per la crescita". Sul fronte fiscale ci sarà un continuo dialogo "con i nostri amici italiani" ma l'accordo con la Ue "deve essere rispettato". Ieri anche Christine Lagarde, direttrice del Fmi, aveva sottolineato la necessità di "rafforzare il sistema delle banche e individuare misure credibili e identificabili". C'è un rallentamento della economia italiana e dobbiamo tenerlo in considerazione.

"Chiedo a Roma credibilità, tutti devono rispettare le regole e rispettare gli impegni presi", ha aggiunto. "È una questione di credibilità e di sostenibilità". Insisto: "sulla base dei nostri dati perché è il nostro lavoro di accertare questi dati". "Prenderemo le nostre decisioni sull'Italia sulla base delle nostre stime" ha proseguito. "È necessario rafforzare il sistema delle banche e individuare misure credibili e identificabili", ha detto durante la conferenza stampa con cui ha aperto i lavori degli Spring Meetings del Fondo. Anche il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, si è espresso in maniera negativa spiegando che se la nostra Penisola ha rallentato più di tutti gli altri Paesi Ue, la colpa è del Governo e delle sue decisioni di aumentare il deficit nella legge di bilancio del 2019, nonostante "tutti i consigli dati". Dopo due anni di espansione sostenuta, l'economia globale - ha spiegato - è entrata in una "fase delicata e la crescita sta rallentando" con le tensioni commerciali e geopolitiche, l'incertezza politica e fattori una tantum.

Altre Notizie