Fmi: all'Italia servono misure credibili

Economia globale: il 75% è in frenata. Dazi, Brexit e “caso Italia” tra le minacce

Il giudizio del Fmi sulle prospettive economiche dell'Italia

Alla luce del recente, ennesimo, taglio delle stime da parte dell' Fmi (per la terza volta in sei mesi) e di fronte a un'economia più debole Lagarde sostiene che sia diventato "ancora più urgente agire attraverso politiche sia nazionali sia multilaterali". Un contesto in cui il Direttore dell'Fmi torna a chiedere ai Paesi membri di sviluppare economie "più resilienti e inclusive" e di "aggiornare i framework internazionali fornendo un campo di gioco equo" per tutti. Un invito a portare avanti la riforma dell'Organizzazione mondiale del commercio, da anni paralizzata e ora messa sotto stress dalle aggressive politiche commerciali della Casa Bianca.

Lagarde ha espresso preoccupazione per l'economia globale. Un altro esempio di danno autoinflitto è la trattativa infinita della Brexit. Tuttavia prolunga le incertezze. "È necessario rafforzare il sistema bancario". Ha anche invitato i Paesi in surplus (come la Germania) a usarlo per investire.

(Teleborsa) - Ridurre il debito con un occhio verso le banche troppo esposte al debito sovrano e misure credibili per non rallentare la crescita. Sulla manovra del Governo, ha detto di apprezzare le intenzioni dell'Esecutivo, ma ora devono seguire misure concrete.

Altre Notizie