Rita Pavone insulta Greta Thunberg: "Sembra un personaggio da film horror"

Rita Pavone

Rita Pavone su Twitter: "Greta sembra un personaggio da film horror"

Poi arriva la twittatrice sovranista e xenofoba di nome Rita Pavone con considerazioni al limite dell'insulto: "Quella "bimba" con le treccine che lotta per il cambio climatico mi mette a disagio". In pratica il buonismo che li ha attirati verso la piccola Greta (che su Twitter ha a sua volta scritto: "Who is Rita Pavone?") si è trasformato in cinismo verso la "nemica" del giorno, responsabile solo di un tweet infelice e peraltro riconosciuto come tale.

È vero: Greta Thunberg è inquietante, ma nel senso più profondo del termine, il suo sguardo ci rende inquieti, perché ci ricorda quello a cui stiamo andando incontro, e al destino che stiamo disegnando per i nostri figli.

"Non direi mai una cosa così e trovo cattivo e orrendo che la gente aspetti un qualsiasi errore che tu fai nella vita per azzannarti come se fossero lupi", si sfoga la cantante, definendo "gente malata" quella che la attacca.

Non appena un utente le fa notare che la bambina ha la sindrome di Asperger Rita Pavone si scusa per il suo tweet, e afferma che non era al corrente di questo dato. Una vera forza della natura, questa ragazzina, che da sola è riuscita smuovere le coscienze di tante persone che si sono unite nella sua lotta per chiedere ai governi di tutto il mondo di agire per salvare il pianeta. "Sembra un personaggio da film horror." aveva cinguettato la Pavone. Un personaggio da film horror, si intende. Ma c'è chi non la pensa così. Perché sono incappata in un gravissimo errore di cui chiedo venia. "E' diventato un mondo di lupi".

Tanto che tre parlamentari norvegesi in segno di riconoscimento per il suo impegno contro la crisi climatica e il riscaldamento globale l'hanno proposta per il premio Nobel.

Rita ha colto l'occasione anche per rispondere a chi di recente ha insinuato che si sarebbe sottoposta a un intervento di chirurgia plastica: "Non mi parlino di canottoni".

Nella fattispecie il senatore Alberto Bagnai che ha commentato: "Lo è".

Altre Notizie