Furto a Castelnuovo Magra: rubato un quadro fiammingo di inestimabile valore

La Spezia furto quadro

Rubata la “Crocifissione” di Pieter Bruegel, capolavoro dell'arte fiamminga

A Castelnuovo Magra, in provincia di La Spezia, dei ladri hanno sottratto dalla chiesa di Santa Maria Maddalena un quadro che pensavano essere di Pieter Brueghel il Giovane, pittore fiammingo figlio del celebre Pieter Bruegel: i carabinieri, però, avevano sostituito il quadro con un falso, avendo ricevuto da settimane segnalazioni sul possibile furto.

I carabinieri sapevano. Qualcuno li aveva avvertiti che si stava preparando il furto del capolavoro dell'arte fiamminga.

"Era cominciata a circolare la voce che qualcuno potesse rubare l'opera ha detto il sindaco di Castelnuovo Daniele Montebello -". Per esigenze investigative non potevamo svelare nulla. Secondo il Secolo XIX, ha un valore di oltre tre milioni di euro: era conservato in una cappella laterale, protetto da una teca, e i ladri lo hanno preso dopo essere entrati nella chiesa sfondando una porta con un piede di porco.

Ma evidentemente le segnalazioni erano fondate, per questo ringrazio l'Arma e anche la mia comunità: "qualche fedele si era accorto che quella esposta non era l'originale ma una copia, e fortunatamente non ha svelato il segreto", spiega il sindaco Montebello.

Il dipinto, realizzato tra la la fine del secolo XVI e il XVII secolo, si estende su cinque tavole di rovere ed è una delle copie di una famosa Crocifissione di Peter Bruegel il Vecchio, andata dispersa. Le quali adesso indagano a tappeto forti delle immagini di videosorveglianza e delle testimonianze di alcuni cittadini che si trovavano davanti alla chiesa proprio durante il furto. Donato da una famiglia benestante poco più di un secolo fa, durante la Seconda guerra mondiale fu nascosto per impedire all'armata tedesca di sottrarlo. Nel 1981 era stato già rubato, ma era stato poi recuperato nel giro di qualche mese.

Altre Notizie