Rischio marea nera dopo il naufragio della Grande America

Grande America ora è allarme inquinamento per la nave affondata chiazza di petrolio in mare

Nave mercantile italiana si incendia e affonda al largo della Francia: in salvo l’equipaggio

Il cargo della Grimaldi, battente bandiera italiana, è andato a fuoco nella notte tra domenica 10 e lunedì 11 marzo al largo del Finistère, l'estremità nord-ovest della Francia.

Il mercantile trasportava, secondo le autorità francesi che hanno ottenuto la lista completa dall'armatore italiano, non meno di 2'200 tonnellate di olio pesante e diverse altre merci pericolose in 45 dei totali 365 container trasportati (in particolare contenenti acidi solforici e cloridrici, nonché circa 2'000 veicoli). Lo ha annunciato ad Afp la prefettura marittima dell'Atlantico. Ad avvertire il centro operativo della situazione a bordo della nave gialla e bianca con la scritta Grimaldi Lines era stato il serra il MRCC (Maritime rescue coordination center) di Roma.

La Grande America, un mercantile di 214 metri, era partito da Amburgo in Germania e faceva rotta verso Casablanca quando domenica sono partite le prime fiamme da un container e l'incendio si è poi propagato. L'equipaggio di 27 persone era stato evacuato e portato in salvo lunedì da squadre di salvataggio francesi e britanniche. "Nonostante i grandi sforzi, la scorsa notte le autorità francesi hanno deciso di sospendere le operazioni antincendio, poiché la nave aveva iniziato a inclinarsi considerevolmente" dicono dalla Grimaldi. All'aumentare dell'intensità dell'incendio, il Gruppo Grimaldi ha affidato le operazioni di salvataggio ad Ardent, una delle principali compagnie di salvataggio a livello internazionale. Inoltre, il rimorchiatore antincendio Terasea Hawk aveva lasciato Rotterdam l'11 marzo con arrivo previsto per domani sera.

Le possibilità di recupero sono apparse difficili sin dal primo momento e così la nave è colata a picco a 4.600 metri di profondità. Il Gruppo Grimaldi "si è immediatamente attivato, in pieno coordinamento con le autorità francesi, per prevenire qualsiasi potenziale danno all'ambiente marino derivante dall'affondamento della nave".

Altre Notizie