Reggio Emilia, ragazza di 19 anni muore per una meningite

19enne muore per sepsi da meningococco a Reggio Emilia

Meningite, morta ragazza di 19 anni a Reggio Emilia: era ricoverata da sabato

Una nuova vittima della meningite: una ragazza di 19 anni ha perso la vita all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Ne da' notizia la Direzione sanitaria, spiegando che gia' da ieri sono state avviate le misure di profilassi per le persone entrate in stretto con la ragazza, fuori e dentro al struttura sanitaria. La giovane era ricoverata da sabato scorso in condizioni gravissime per le conseguenze di sepsi da meningococco e "nonostante le cure e tutti gli interventi messi in atto dai sanitari, è deceduta per le conseguenze di questa grave patologia", scrive l'azienda. L'azienda sanitaria ha inoltre espresso "le più sentite condoglianze ai familiari e agli amici della ragazza così prematuramente scomparsa".

Ma la nota della direzione sanitaria offre anche una sorta di vademecum su come riconosce la meningite, ricordando che "la malattia invasiva causata da Neisseria meningitidis (meningococco) si manifesta come infiammazione delle meningi, membrane che avvolgono il cervello e il midollo spinale, o come sepsi (infezione del sangue)". Circa 70 le persone considerate contatti a rischio. I tipi di meningococco che danno più frequentemente malattia nell'uomo sono B e C, più frequenti in Italia, A, W135, Y. Il periodo di incubazione del batterio varia da 2 a 10 giorni. "Solo una piccolissima percentuale delle persone che ospitano il meningococco - conclude il comunicato - sviluppa meningite o sepsi".

Altre Notizie