Da oggi niente lezioni per i bambini non vaccinati: ecco cosa fare

Vaccini bambini, il fermo parte da lunedì:

Vaccini, da lunedì a scuola solo con il certificato: "Negli asili bambini non vaccinati non potranno entrare"

Come definito dall'Associazione, negli asili non sarà possibile entrare mentre - come da legge - per le altre scuole è prevista una sanzione ma la possibilità di entrata. Ieri mattina, verso le 8.30, i Carabinieri del Comando di Latisana sono intervenuti in una scuola dell'infanzia a causa dell'insistenza di una mamma a far accedere la figlia in classe, nonostante fosse priva di documentazione di avvenuta vaccinazione. La madre ha annunciato di esser pronta a diffidare la scuola frequentata dalla figlia.

Su circa duemila bambini iscritti alle scuole che fanno capo al Comune di Palermo, è stata riscontrata solo una situazione di irregolarità. Questo significa che "negli asili, i bambini sprovvisti di certificato non potranno entrare".

Ma ormai il tempo è scaduto, ed è esclusa l'ipotesi di una nuova dilazione, malgrado l'uscita a sorpresa del ministro dell'Interno Matteo Salvini, che mercoledì scorso aveva lanciato un appello alla collega Giulia Grillo, titolare della Salute: sarebbe opportuno, scriveva il vicepremier, "evitare traumi ai più piccoli" e pertanto bisogna "prevedere il differimento degli obblighi in scadenza al 10 marzo contenuti nella legge Lorenzin". Ho mandato una mail alla dirigente della scuola per avere chiarimenti e se non avrò risposte manderò una pec con una diffida a fare entrare la bambina.

Nel capoluogo, l'unico caso conosciuto, è quello di due bimbi che ormai dallo scorso anno sono rimasti a casa da scuola, per scelta dei genitori che pur di non sottoporli a vaccinazione, hanno deciso di ritirarli dall'istituto. "Per questo prima di sottoporre mia figlia ai vaccini voglio avere delle certezze".

Se per nido e asilo per i bimbi non in regola è prevista l'esclusione dalla scuola, per le elementari e le medie si va invece incontro a una sanzione pecuniaria fino a 500 euro.

Perché, secondo il più classico cortocircuito cognitivo che si chiama "pensiero motivato", non si tratta di scoprire come stiano le cose, ma di dimostrare quella verità che più ci piace.

"Quando ci sono due diritti soggettivi costituzionalmente tutelati che entrano in conflitto, uno dei due si affievolisce e diventa interesse legittimo".

I due casi si sono verificati in una scuola statale e al momento sembrano casi isolati: "C'è una verifica in corso su alcune famiglie straniere - continua la vicesindaca di Firenze - che stanno aspettando documenti dai paesi d'origine".

Le vaccinazione obbligatorie sono: anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella.

Altre Notizie