Per la Giornata mondiale del rene porte aperte in Nefrologia

Giornata mondiale del rene a Terni screening gratuito

Due milioni e mezzo di italiani hanno problemi ai reni e spesso non lo sanno

In occasione della XIV "Giornata Mondiale del Rene", prevista per giovedì, l'Unità operativa complessa di Nefrologia e Dialisi dell'Ulss 3, diretta dalla dottoressa Gina Meneghel, organizza una giornata a tema per sensibilizzare la cittadinanza sui rischi delle malattie renali ed informare sulle modalità per prevenirle, "prima che sia troppo tardi e sia già necessaria la dialisi". Medici, infermieri e dietiste accoglieranno i cittadini e rileveranno gratuitamente colesterolo, glicemia, esame urine, pressione arteriosa, peso e indice di massa corporea. Molti tipi di malattie renali infatti possono essere prevenute, ritardate o tenute sotto controllo quando sono adottate misure di prevenzione adeguate.

Durante il mese di marzo, che è dedicato alla prevenzione delle malattie renali, proseguirà la presenza della SOC Nefrologia nelle piazze, precisamente il 16 marzo in Corso Paolo Ferraris a Domodossola e il 23 marzo in Piazza Ranzoni a Verbania Intra dalle ore 9 alle ore 14.

"È inoltre - spiega il dottor Gianluca Rossi, responsabile dell'ambulatorio di Nefrologia del Distretto di Terni dell'Azienda Usl Umbria 2 - una patologia di grande impatto sulla salute pubblica per tre ordini di motivi: il numero crescente di pazienti con IRC a causa dell'aumento dell'età della popolazione generale e delle patologie ad essa correlate, quali ipertensione e diabete di tipo 2, l'elevato tasso di mortalità e morbidità cardiovascolare nell'IRC nei pazienti in dialisi cronica e in quelli con danno renale iniziale, e la disabilità e il peggioramento generale della qualità della vita che comporta il trattamento dialitico". A tal fine è fondamentale la sensibilizzazione della popolazione, in particolare per quanto riguarda la prevenzione e diagnosi precoce. A supportare gli operatori della nefrologia e dialisi saranno presenti i volontari ANED, l'associazione nazionale dializzati e trapiantati renali.

Non tutti sanno che negli Usa, se confrontata con una patologia di ampia diffusione e di largo impatto mediatico, la mortalità per Insufficienza Renale Cronica viene dopo quella per tumore del polmone ma precede quella per tumore del colon, della mammella e della prostata. La prevalenza in Italia di pazienti in dialisi nel 2015 è risultata di 770 per milione di abitanti, mentre l'incidenza era di 154 pazienti per milione di abitanti.

Altre Notizie