Milan, Piatek: "Spero che il Milan torni grande coi miei gol"

Lapresse

Lapresse

Hanno cambiato il Milan, non è facile nel calcio di oggi che due pedine cambino così tanto una squadra.

Milan, Piatek: "Se avessi tutte le qualità di cui parlano i giornali, sarei il miglior attaccante della storia". Col senno di poi si possono fare tanti discorsi, ma il Genoa ha fatto una grande plusvalenza e bisogna fare i complimenti al presidente Preziosi che lo ha scovato. Un exploit che ha stupito ma anche aumentato a dismisura l'autostima di un ambiente che cercava da inizio stagione la svolta. Spero che un giorno sarò degno di questi paragoni e spero che il Milan torni grande grazie a me. Ha un ottimo tempo di reazione.

Sul primo gol contro l'Atalanta: "In un primo momento volevo andare sul secondo palo ma me lo sentivo che la palla arrivasse sul primo". Forse avrei potuto farlo prima, ma ho deciso di rimanere un anno in più e non me ne sono pentito. I mie compagni del Milan?

Dal punto di vista economico, anche i conti sorridono perchè fra prestito oneroso, riscatto e ingaggio, il Milan è riuscito a risparmiare oltre 16 milioni di euro, che gli ha permesso anche di acquistare Paquetà. "Parliamo molto tra noi e questa è la chiave".

Su Milanello: "Una struttura di classe mondiale, ha tutto ciò di cui un giocatore ha bisogno". Il polacco si è elevato a trascinatore di squadra e pubblico, ma per consolidare il quarto posto sarà necessaria la continuità: rossoneri attesi da Empoli, Sassuolo e Chievo nelle prossime 3 settimane, poi il derby del 17 marzo.

Altre Notizie