Emiliano Sala, autopsia choc: riconosciuto soltanto attraverso le impronte digitali

Com’è morto Emiliano Sala, lo rivela l’autopsia sul cadavere

Emiliano Sala, l'autopsia: fatali le ferite alla testa e al torace

Questo l'intero trafiletto pubblicato dal Wales Online: "Le indagini hanno stabilito che Emiliano Sala è stato identificato da prove di impronte digitali". Dopo il rinvenimento della carcassa dell'aereo con a bordo il cadavere di Sala le ricerche sono state interrotte per la seconda volta. Il calciatore 28enne, che aveva appena firmato per Cardiff City, è stato identificato dalle sue impronte digitali dopo che il suo corpo è stato recuperato dal mare da una squadra di specialisti.

Come noto, nell'incidente in questione è rimasto coinvolto anche il 59enne David Ibbotson, pilota del piccolo Piper Malibu N264DB, il cui corpo risulta ancora disperso.

Una relazione completa della Air Investigation Branch non sarà pubblicata per un periodo da 6 a 12 mesi, ma una relazione intermedia dovrà essere presentata entro due settimane dal ritrovamento del corpo. "Se hai speranza, non dovresti arrenderti. Lui non smetterebbe di cercarmi" le parole della figlia Danielle. Ma la sua famiglia non si arrende: "Non lo possiamo lasciare laggiù, non prima di aver tentato tutto il possibile" ha dichiarato la moglie, Nora Ibbotson, a ITV.

La famiglia non cede al dolore e continua a sostenere economicamente le ricerche: "Sappiamo che è morto ma lo vogliamo a casa".

Le notizie sconcertanti che molti sospettavano riguardo alle circostanza del decesso di Emiliano Sala sono state confermate dall'autopsia eseguita sulla sua salma. È stato un ottimo marito, ci ha sempre supportato ed era la nostra roccia.

Altre Notizie