Gorgonzola dolce DOP: ritirati lotti contaminati da Listeria monocytogenes

Il Ministero lancia l’allarme: c’è un formaggio dop dannoso per la salute. D’Agata: «Non mangiatelo»

Ritirati lotti di gorgonzola dolce: rischio contaminazione

Dopo la notifica di RASFF su segnalazione dell'Austria del 25 gennaio 2019, con notevole ritardo, il Ministero della salute ha diffuso un allerta di alcuni lotti di GORGONZOLA DOP dolce venduti con i marchi IGOR, IGOR BLU e NOVARI' per la presenza di Listeria monocytogenes.

Il Listeria monocytogenes è un batterio presente nel suolo, sull'acqua e nella vegetazione.

Tutte le confezioni di gorgonzola dolce dop sono stati prodotti da Igor Srl nello stabilimento di Strada Natale Leonardi 32 a Cameri, in provincia di Novara. La listeriosi, nei casi più gravi, può portare a setticemia o meningite. Le donne in gravidanza sono, secondo i dati dei Cdc americani, 20 volte più suscettibili alla malattia, che può causare aborto spontaneo o parto prematuro, morte in utero o infezione del feto. Per quanto riguarda Igor Blu, i i lotti richiamati sono il n°00716005 relativo alla confezione da 150 grammi con data di scadenza 16/02/2019 e i numeri 0073033, 0073034, 0073036 relativi alle confezioni da 1,5 chilogrammi con scadenza al 07/03/2019.

Novarì in confezione da 1,5 kg con lotto 0074027 e data di scadenza 07/03/2019.

Bella Italia - confezione da 1,5 kg con lotto 0074040 e data di scadenza 07/03/2019.

Casa Leonardi in confezione da 1,5 kg con lotto 0074035 e data di scadenza 07/03/2019 e lotto 0083002 e data di scadenza 08/03/2019.

In aggiunta al ritiro, qualora il prodotto fosse già stato venduto al consumatore, l'OSA deve inoltre provvedere al richiamo cioè deve informare i consumatori sui prodotti a rischio, anche mediante cartellonistica da apporre nei punti vendita, e a pubblicare il richiamo nella specifica area del portale del Ministero della Salute. Il numero di lotto del prodotto è 0088003.

Altre Notizie