Di Maio e Di Battista in viaggio verso Strasburgo: "Cambiamo l’Ue"

Un fermo immagine tratto dalla diretta del profilo Facebook di Luigi Di Maio mostra Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista in viaggio in auto verso Strasburgo

Europee, Di Maio e Dibba on the road verso Strasburgo: «Cambiamo la Ue»

Questa sede va chiusa, il M5S aggredirà gli sprechi anche in ambito europeo, non solo in Italia ci sono maxi stipendi. A guidare è Luigi Di Maio mentre Di Battista siede sul lato passeggeri.

"L'Europa o si mette in testa che si cambiano i trattati o crolla, e se crolla l'Europa non e' colpa del M5s".

Di Battista ha poi detto che "c'è da fare una battaglia sul merito di alcuni trattati: allargare la platea di chi beneficia di diritti economici e sociali e aumentare i fondi per i dissesto" e che si fida "assolutamente di Luigi, anche alla guida". 'Alla parte dei gilet gialli che intende fare un partitopolitico che consiglio date?', chiede una giornalista: "decidano loro, in bocca al lupo - ha proseguito Di Maio - se iniziano non tornano piu'indietro, ma tanto sono gia' a buon punto della loro battaglia".

I due leader del Movimento 5 Stelle stavano procedendo in macchina verso l'europarlamento di Strasburgo, raccontando il loro viaggio in diretta live con i sostenitori grillini, quando le guardie di confine svizzere li hanno fermati, con Di Maio che ha accostato l'auto in dogana. "Ci avevano detto che non si potevano fare, ma noi l'Europa la cambiamo", sottolinea il vicepremier.

"Questo viaggio verso Strasburgo ci consentirà di attraversare alcuni paesi europei e vedremo come gli italiani hanno situazioni più svantaggiose rispetto ad altri cittadini europei", ha invece sottolineato il vicepremier. "E allo stesso modo dobbiamo aumentare la platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza, abbassare ancora di più le tasse alle imprese". Sul reddito di cittadinanza Di Maio dice: "Il sito internet per chiedere il reddito di cittadinanza sarà pronto nel mese di marzo". Stiamo di nuovo insieme dopo qualche mese e sono molto contento e fiducioso che si possano fare delle belle cose in Italia e mandare un messaggio anche in Europa.

Durante la diretta Facebook in direzione Strasburgo, Di Maio ha parlato anche della ricostruzione post-terremoto: "Il vero nemico della ricostruzione delle aree terremotate è la burocrazia. Per fare opere straordinarie servono procedure straordinarie. dobbiamo uscire dal complesso che allargare le maglie del codice appalti aiuta chi vuole delinquere", dice Di Maio rispondendo a un utente.

Altre Notizie