YOUTUBE Salvini contestato in Polonia: "Succhiac*** di Putin, sei un fascista"

Salvini dalla Polonia con furore

Salvini a Varsavia, la Polonia anti-fascista lo insulta. E lui… – VIDEO

"Un paese con un deficit di bilancio al 2,4% e un altro con un deficit oltre il 3%, che è la soglia fissata dal Trattato di Maastricht, sono trattati in modo diverso a causa di altri aspetti", ha aggiunto il premier, facendo chiaro riferimento rispettivamente a Italia e Francia.

Un viaggio da parte del leader del Carroccio che una chiara missione da raggiungere: "Mi piacerebbe che ci fosse un'alleanza comune di chi vuole salvare l'Europa anche se puntiamo ad essere il secondo partito".

Matteo Salvini vola in Polonia per incontrare l'omologo Joachim Brudzinski e il leader del partito di maggioranza Jaroslaw Kaczynski del Partito diritto e giustizia.

Quasi inutile ricordare come Kaczynski si richiami ad uno spiccato conservatorismo e ultrapatriottismo sfociato nel nazionalismo e in politiche restrittive delle libertà democratiche, iniziate a partire dal 2015 con "purghe" nella tv e nella radio di Stato e proseguite con la revisione della composizione della Corte Costituzionale, in violazione della Costituzione stessa, fino a mettere i giudici sotto il controllo dell'esecutivo.

Ma il nostro ministro dell'Interno, nonostante tutto, oggi ha dovuto inghiottire, a sua insaputa, un boccone amarissimo: il fatto che il presidente del Consiglio Conte abbia accettato di accogliere una parte dei 49 migranti bloccati a bordo delle navi di due Ong. Come spesso accade quando viene contestato, Matteo Salvini ha immediatamente risposto alla contestazione: "Che volete, uno che dice succhia ca**odi Putin è solo un poveretto".

Varsavia, 9 gen. (askanews) - Il governo polacco condivide le posizioni di Matteo Salvini su "diverse questioni europee".

Altre Notizie