Sea Watch: accordo nel governo, l'Italia accoglierà 10 persone

Sicilia Mondo

Sea Watch, tregua nel governo Vince Conte: migranti in Italia

Da Palazzo Chigi è arrivato un vero e proprio affronto al Carroccio: Giuseppe Conte ha dato via libera all'accoglienza ad alcuni dei migranti sbarcati da Sea Watch e Sea Eye. La mancata riforma del trattato di Dublino III e l'assenza di un meccanismo automatico di redistribuzione fra i Paesi europei creano infatti, ripetutamente, situazioni caotiche alla prova dei fatti.

Si è conclusa anche per l'Italia il caso dei migranti in mare da tre settimane.

"Io non cambio idea, anzi faccio due passi in avanti".

"L'immigrazione la gestisce il ministro dell'Interno".

"Non essendo interessato a questioni politico elettorali ma volendo semplicemente incontrare il ministro in veste di sindaco per appuntare le ansie, le difficoltà di una comunità e quindi per raccontare un pò del mio territorio non andrò alla sua iniziativa - spiega Mandis - ma avrò comunque cura di predisporre un dossier con le principali difficoltà che il nostro territorio e i cittadini vivono e di inviarlo al ministro affinché anche egli possa conoscere il comune e il territorio della Marmilla"..

Un botta e risposta che ha fatto discutere, dalle parti di Palazzo Chigi si tende a minimizzare la divergenza di vedute, ma è chiaro che non si può parlare di semplice dialettica interna quando tra un premier e uno dei suoi due vice ci sono posizioni così differenti su una tematica importante come quella dell'immigrazione. E non in tempi troppo lunghi, ma addirittura in un periodo che potrebbe essere estremamente breve. I migranti, intanto, sono in attesa del trasferimento a Malta.

Ieri ho confermato al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che prima l'Europa deve farsi carico dei migranti che avevano promesso di prendersi. Allora ragionerò di altro, basta che sia una soluzione a costo zero per gli italiani.

La "mediazione", giusto per evitare al vicepremier leghista di rimangiarsi tutto quello che aveva detto mantenendo un atteggiamento oltranzista, sta nel fatto che i migranti saranno affidati alla Chiesa Valdese ed Evangelica, "senza oneri per lo Stato".

'L'italia rispetta le regole, rispetta gli impegni, ma chiede reciprocità', il monito di Conte, che ha annunciato di aver sollecitato il Commissario europeo per le migrazioni, Dīmītrīs Avramopoulos, affinché provveda alla distribuzione dei migranti recentemente sbarcati a Pozzallo e Catania e che non sono ancora stati ricollocati.

Altre Notizie