Di Maio, Carige pubblica sarà banca investimenti dello Stato

CLICCA PER INGRANDIRE

CLICCA PER INGRANDIRE

Dopo il lungo ed estenuante braccio di ferro sulla legge di bilancio, l'esecutivo giallo-verde si spacca anche sul destino di Carige. Parola del ministro dell'Economia, Giovanni Tria.

Genova. L'ipotesi di una nazionalizzazione di Banca Carige è "meno che non concreta, più che astratta. Sarà il primo caso in Europa e con la banca daremo prestiti alle imprese e mutui più agevolati dalle famiglie".

Per confronto, nel d.l. del 2016 era stato costituito un fondo da 20 miliardi, ma dedicato non a una singola banca ma in generale al sistema creditizio italiano. "Se i commissari non vorranno farlo", rincara la dose Di Maio, "chiederò alla presidente della commissione Finanze della Camera, Carla Ruocco, di convocarli ed esigere l'elenco in sede parlamentare". I commissari vogliono dimezzare l'onere, che peserebbe altrimenti sui bilanci di Carige per 51,2 milioni all'anno e fino a un massimo di 10 anni, questa la durata del bond. Ad esempio, le perdite sui crediti della Carige nel terzo trimestre del 2018 sono state calcolate dagli ispettori della Bce a 250 milioni di euro.

"L'obiettivo è riportarla sotto il controllo dello Stato". I dati sono obbligatori al fine di autorizzare la pubblicazione del commento e non saranno pubblicati insieme al commento salvo esplicita indicazione da parte dell'utente.

Per la banca Carige "la nazionalizzazione è un'eventualità prevista dal decreto se non si verificano alcune condizioni, quindi se nessun privato ci mette i soldi arriverà la nazionalizzazione". Toti e Modiano contrari? "Di certo non la ripuliremo per venderla, e non faremo favori a qualche azionista che si è rifiutato Di ricapitalizzare". E' a questo punto che Tria scende in trincea. Lo ha detto su Facebook il Vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio che ha promesso di "punire i banchieri che l'hanno ridotta così".

"Al momento non è possibile stabilire se si materializzerà l'emergenza" tale da richiedere la ricapitalizzazione precauzionale. Peraltro, ricorda il ministro dell'Economia, l'ingresso sarebbe "a termine" in quanto la quota andrà ceduta nei tempi fissati dalla Unione europea.

Altre Notizie