Checco Zalone gira un film sull’immigrazione e irride Salvini e Di Maio

Checco Zalone durante la sua visita al Salone del Libro

Checco Zalone durante la sua visita al Salone del Libro

"Con tutta la cattiveria e il fascismo che c'è in giro" dice, ma ci tiene a precisare che non sarà un film politico. A lanciare la bordata è uno dei comici più amati d'Italia, Checco Zalone, che nella sua intervista a Rolling Stone, giornale che non ha mai fatto mistero del suo "odio" per il leader della Lega, si scaglia contro i leader di Lega e Movimento 5 stelle. I Moschettieri del Re sono Valerio Mastandrea, Rocco Papaleo, Sergio Rubini e Pierfrancesco Favino: quest'ultimo è il protagonista della copertina del prossimo numero di Rolling Stone e ha dichiarato al mensile: "quattro icone prese e messe in una condizione tra la favola e la farsa. Già si prendono per il c... da soli". A più di dieci anni da Zelig, Checco Zalone è rimasto un cantante, dopotutto.

Il comico barese ha subito parlato dei due politi in auge al momento: "Non è più irriverente prendere per il culo Salvini o Di Maio". Mentre lui girava io componevo dei temi un po' dissonanti, glieli suonavo alla tastiera e lui: 'Bellissimo! Subito dopo, però, si è lanciato in una personalissima analisi della società odierna, definita "liquida" (prendendo in prestito l'espressione dal filosofo Zygmunt Bauman), in cui sarebbe diventato impossibile riuscire a far ridere il pubblico scimmiottando un personaggio famoso. "Bellissimo!'. Pensavo mi prendesse per il culo". scherza. Checco dice di aver "già scritto due canzoni per il film" e di una anticipa anche il titolo: Se t'immigra dentro il cuore.

Alla domanda sul suo ruolo di cantante, come ricordano in tanti dai tempi di Zelig, Zalone ha risposto così: "I cantanti sono una razza che si prende così sul serio... ho mandato una canzone a Mina e. non ebbi risposta. Il tema è bellissimo: loro inneggiano all'anzianità e all'arteriosclerosi perché grazie a questo vedono nell'altro una persona sempre diversa e quindi l'amore si rinnova ogni giorno. - spiega - Mina o non l'ha capita o non l'ha voluta".

Altre Notizie