Bronzo Lisippo, arriva il no della Cassazione al ricorso Getty

Corte di Cassazione

La Cassazione intima al Getty Museum statunitense di restituire l'Atleta di Fano

È uno dei crucci di chi si occupa di patrimonio culturale in Italia dagli anni Sessanta e adesso sull'Atleta vittorioso, statua dello scultore greco Lisippo, la Cassazione dovrebbe aver messo la parola fine. L'ultima parola sulla partita per la conquista del capolavoro dell'arte classica, lo potrebbe scrivere la Cassazione, che ha respinto integralmente il ricorso presentato dai legali del Getty Museum di Malibu per la restituzione della statua. Penso che la città debba unire tutte le forze disponibili per cogliere l'obiettivo di portare il Lisippo a Fano, com'è giusto che sia. Ora "auspichiamo che al più presto le autorità Usa si attivino per favorire la restituzione del Lisippo all'Italia" dice il ministro della Cultura Alberto Bonisoli, che ribadisce "l'importanza dei beni per l'identità delle comunità e dei territori". Ma dagli States non la pensano affatto così: "Continueremo a difendere il nostro diritto al Lisippo". Il legale, però ipotizza che l'amministrazione del museo possa ricorrere a Strasburgo.

Ci vorranno comunque settimane, se non mesi, prima di ottenere la spiegazione scritta della sentenza di oggi ed è dunque prematuro per il Getty ipotizzare prossime mosse specifiche, ha detto la fonte. Cecchi ammette che il lavoro è stato complesso e che ha coinvolto vari settori del diritto, compreso quello penale e quello internazionale e due ordinamenti, italiano e statunitense.

Si parla nuovamente della vicenda dell'Atleta di Lisippo: il Museo Getty, secondo quanto ha deciso la Corte di Cassazione, dovrà restituire la statua all'Italia. Il governo italiano ha finora contestato la legalità dell'operazione. La decisione degli Ermellini rende definitiva la confisca immediatamente esecutiva della statua "ovunque si trovi" disposta lo scorso giugno dal gip pesarese Giacomo Gasparini.

"Una lunga battaglia per una bella vittoria" commenta il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli.

Altre Notizie