Nella manovra spunta l'emendamento M5s-Lega per una tassa sulla Coca-Cola

Nella manovra spunta la tassa sulla Coca-Cola

Manovra, proposta Lega-M5s anti Coca Cola: "Tassa su bevande zuccherate per stop Irap a Partite Iva"

È questa la proposta arrivata da M5e e Lega con un emendamento alla manovra, che è già stato approvato in commissione Finanze e che ora dovrà essere esaminata dalla commissione Bilancio.

Subito, tuttavia, si sono inalberati i diretti interessati, raccolti dall'associazione confindustriale Assobibe che rappresenta le bevande analcoliche: "Questi prodotti sono già in sofferenza da anni".

Nel caso in cui le risorse che si dovessero ricavare dall'intervento sulle spese fiscali non fossero sufficienti a copertura degli oneri per lo stop del regime Irap per le partite Iva fino a 100mila euro "è istituita l'imposta sul consumo di bevande ad alto contenuto di zuccheri aggiunti" così dettagliata: mezzo centesimo di euro per grammo di zucchero aggiunto superiore ai cinque grammi ed inferiore ai dieci grammi su 100 millilitri di bevanda; un centesimo di euro per grammo di zucchero aggiunto superiore ai dieci grammi per 100 millilitri di bevanda.

Il Governo ha deciso di apporre una nuova tassa sulla Coca Cola e sul resto delle bevande zuccherate, come era stato ipotizzato alcuni mesi fa, già integrata alla Commissione di Bilancio.

L'emendamento che non ti aspetti.

Fontana ha annunciato poi più flessibilità per i congedi parentali, spiegando che nel 'pacchetto famiglia', una serie di emendamenti presentati alla legge di Bilancio, si prevede anche la possibilità "per le mamme di scegliere se accedere a un periodo di tre mesi di maternità" facoltativa "retribuita al 60% oppure di sei mesi di maternità retribuita al 30%". L'emendamento estende a 16 anni (dagli attuali 12) l'età dei figli entro la quale usufruire dei congedi parentali. Al termine del vertice di Palazzo Chigi di ieri 15 novembre, Lega e M5s hanno fatto sapere di aver trovato un "pieno accordo". Con un vero e proprio colpo di scena, il decreto fiscale cambia ancora, e alla radice, quindi.

In discussione alla Camera anche una proposta per sostenere la musica Jazz. Dal vertice non sono emerse novità, invece, sulle Banche di credito cooperativo, anche se il tema resta centrale.

Altre Notizie