Auto sulla mobilitazione dei "gilet gialli", morta manifestante

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

Dai video postati da alcuni "gilet gialli" su Twitter, emerge che gruppi di manifestanti hanno formato una catena umana per impedire che i casseurs che si sono infiltrati nella protesta possano attaccare la polizia e scatenare incidenti.

I fermati sono 52 e per 32 di loro il fermo è stato confermato e restano per questa sera in stato di detenzione. "Il nostro livello di preoccupazione - ha detto il ministro - è massimo". Fino al primo pomeriggio, i gilet gialli avevano ostruito l'accesso al traforo del Monte Bianco, e soltanto l'intervento dei poliziotti antisommossa ha permesso di sgomberare la strada (a seguito dei tafferugli, è stato disposto il blocco del transito dei tir nel tunnel, mentre è tornato regolare quello delle auto). Abbiamo chiesto ai manifestanti di prendere tutte le misure di prevenzione e sicurezza. Per la giornata odierna molte manifestazioni dei "gilet gialli" erano state annunciate, ma i primi numeri forniti dal ministero dell'Interno hanno velocemente superato le previsioni: 2.000 raduni rispetto ai 1.500 attesi alla vigilia e almeno 124mila persone mobilitate a metà giornata, secondo fonti della polizia citate da Libération.

Oggi sono previste diverse manifestazioni in tutto il Paese con migliaia di persone. I manifestanti sono stati respinti verso place de la Concorde dove ora, a fine manifestazione, si temono incidenti per la presenza di black bloc. Anche a Grasse, nel sud, un automobilista ha tentato di forzare uno sbarramento a una rotatoria ed ha investito un poliziotto, rimasto "leggermente ferito". A quel punto, come da istruzioni del ministero dell'Interno, la polizia è intervenuta.

Il movimento, nato da un passaparola sul web, conta migliaia e migliaia di persone esasperate che sono scese in strada indossando i giubbini giallo-fosforescente che il codice obbliga a tenere in auto.

La popolarità del presidente però è ai minimi: Macron ha perso altri 4 punti a novembre, scendendo al 25% dei consensi, il minimo assoluto sotto la sua presidenza, secondo il sondaggio mensile realizzato dall'istituto Ifop per il Journal Du Dimanche (Jdd). Dall'inizio di ottobre il prezzo al barile del petrolio è in discesa, ma le tasse pesantissime sul carburante non consentono ai francesi di fruire del ribasso. I 500 milioni annunciati per aiutare i meno abbienti nella "transizione energetica" dalle vecchie auto più inquinanti a quelle pulite o elettriche non sembrano aver convinto i più esacerbati. La protesta dei gilet gialli - partita dai social - e' stata innescata dall'aumento dei prezzi dei carburanti ma si e' estesa a una piu' ampia denuncia della politica del governo in materia di tassazione e calo del potere d'acquisto.

Altre Notizie