Formula 1, dal 2020 si correrà anche il Gran Premio nel Vietnam

Non è ancora finito il campionato del mondo 2018 ma i progetti futuri della Formula 1 corrono velocissimi così come le proprie vetture

Non è ancora finito il campionato del mondo 2018 ma i progetti futuri della Formula 1 corrono velocissimi così come le proprie vetture

Hanoi scende in pista. "Il nostro team, lavorando in collaborazione con la città di Hanoi e il promoter Vingroup, ha lavorato per rendere possibile un circuito che non solo testerà i piloti, ma farà anche in modo che i nostri fan si godano lo spettacolo da corsa. macchine che sfrecciano per le strade di questa fantastica città a partire dal 2020". L'accordo fra la società americana che gestisce la F1, la Liberty Media, e gli amministratori della città simbolo del Vietnam, ora capitale di uno stato socialista, è stato raggiunto nei giorni scorsi e ufficializzato oggi. Dal 2020 infatti, ai consolidati appuntamenti in Cina, Giappone e Singapore, andrà ad aggiungersi anche una tappa in Vietnam. Si correrà nella parte occidentale della città, nelle vicinanze del My Dinh National Stadium. "Sin da quando siamo arrivati nel 2017 abbiamo discusso dello sviluppo di nuove mete per ampliare l'appeal della Formula 1 e il Gran Premio del Vietnam è la realizzazione di quell'ambizione".

Siamo entusiasti di essere qui ad Hanoi, una delle città più interessanti del mondo in questo momento con una storia così ricca e un futuro incredibile davanti a sé.

I team del Motorsport hanno lavorato in collaborazione con la Tilke - un'azienda che si occupa del design dei circuiti - per delineare un tracciato stradale semi permanente che combina segmenti stradali già esistenti ad altri costruiti appositamente per lo scopo.

"Siamo lieti di annunciare che Hanoi ospiterà un Gran Premio di F1".

Hanoi sarà un circuito cittadino, un pò come Singapore e Montecarlo, ma con una lunghezza di ben 5.565 km e ben 22 curve che verranno percorse ognuna a diverse velocità.

Il settore conclusivo prende spunto dalla salita del Massenet a Monaco, parte delle Becketts e delle Esse di Suzuka.

Insomma, un'occasione da cogliere al volo sia per la Formula 1 che per la nuova realtà automobilistica vietnamita. "È un'ulteriore dimostrazione della capacità del Vietnam, una delle economie in più rapida crescita nel mondo, di ospitare eventi su scala globale e attirare turismo nel paese".

Altre Notizie