Calciomercato, Ibrahimovic: "Volevo restare al Milan, mi hanno ceduto"

Zlatan Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic

In questo suo libro il giocatore ha parlato anche del trasferimento dal Milan al Paris Saint-Germain avvenuto nell'estate 2012.

Due cavalli di ritorno per il Milan: Zlatan Ibrahimovic e Alexandre Pato. "Qualche settimana dopo mentre mi trovo nella mia casa di Waxholm, appena tornato da una passeggiata con il jetsky trovo cinque chiamate perse da parte di Mino Raiola". Intanto l'attaccante ex Milan, PSG e Manchester United ha detto in merito: "Non sono qui in vacanza, il mio desiderio è vincere trofei". MI chiede di incontrarmi ma preferisco richiamarlo. "Dice: 'Ok, Leonardo ti chiamerà'". Leonardo? Quel Leonardo? Poi improvvisamente mi sono reso conto, era Leonardo il direttore sportivo del PSG. "Ibra vuole vincere e noi vogliamo vincere con lui, speriamo di poter arrivare a un accordo che vada bene a entrambi", ha fatto sapere Chris Klein, presidente dei Galaxy. Pato, invece, tornerebbe a Milano di corsa, per rilanciarsi e sistemare quanto infortuni e discontinuità avevano rovinato, ma il suo ritorno avrebbe il sapore della scommessa che in questo momento Leonardo non può permettersi di perdere. Quando parlai con Mino quell'estate, gli dissi che volevo renderla difficile al Psg. I numeri sono buoni, 31 gol in 47 presenze, ma il livello della Super League cinese è quello che è. Venti minuti dopo, Mino mi richiamò e disse: "Hai tutto quello che hai chiesto". Ho elencato tutti i miei desideri e quando ho finito, ho detto ad Elena che non avrebbero mai accettato, era impossibile. Dopo di ciò, non è stato possibile tornare indietro, quindi gli ho detto: "Ok, prepara tutto". Sono un uomo di parola, quando dico qualcosa lo faccio. Ma tra pochi mesi, forse, potrebbe rimettere le cose a posto e chiudere il cerchio.

Altre Notizie