Oms: "Il 90% dei bambini respira inquinamento"

Nove bambini su dieci respirano aria inquinata: Italia tra i Paesi peggiori

Il 93% dei bambini respira aria così inquinata da mettere a rischio lo sviluppo

Il rapporto dell'Oms rivela che ogni giorno, circa il 93% dei bambini sotto i 15 anni (1,8 miliardi) respira aria così inquinata da minare seriamente la loro salute e il loro sviluppo. L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima inoltre che nel 2016 siano morti 600mila bambini a causa di infezioni respiratorie provocate dall'aria tossica. E' proprio su questo aspetto che si concentra il primo rapporto realizzato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità presentato in occasione della Conferenza globale sull'inquinamento dell'aria e la salute. Se il livello dei bambini esposti al PM2.5 nell'aria nei Paesi a basso e medio reddito si attesta al 98% dei bambini sotto i 5 anni, per questa classe d'età nei Paesi ad alto reddito ad essere colpito è solo il 52% dei minori di 5 anni. Come riportato da RaiNews questi ha specificato: "L'aria inquinata sta avvelenando milioni di bambini e sta rovinando la loro vita. Tutto questo è imperdonabile perché ogni bambino dovrà essere in grado di respirare aria pulita per crescere e realizzarsi al massimo". La percentuale include 630 milioni di bambini sotto i 5 anni e 1,8 miliardi di bambini sotto i 15 anni.

Secondo il Rapporto, gli effetti dell'inquinamento cominciano già nel grembo materno: quando le donne incinte sono esposte all'aria inquinata, hanno più probabilità di partorire prematuramente e hanno figli piccoli e di peso inferiore alla nascita.

Si torna a parlare di inquinamento e degli effetti sulla nostra salute.

Domani inizierà la prima conferenza mondiale dell'OMS sull'inquinamento atmosferico e la salute, a Ginevra. È l'allarme lanciato dall'ultimo rapporto dell'Oms intitolato "Air pollution and child health: Prescribing clean air", una sintesi delle ultime ricerche scientifiche sull'associazione tra esposizione all'inquinamento e danni alla salute nei bambini costellata di dati preoccupanti.

Più del 40% della popolazione mondiale - che include un miliardo di individui sotto i 15 anni - è esposto ad alti livelli di inquinamento domestico, principalmente a causa di cucine che usano tecnologie e bruciano combustibili non adeguati. L'inquinamento dell'aria è una delle principali minacce alla salute dei bambini, risultando responsabile di pressoché una morte su dieci nei bambini sotto i 5 anni.

Una delle ragioni per le quali i bambini sono particolarmente vulnerabili agli effetti dell'inquinamento è che essi respirano più rapidamente rispetto agli adulti e assorbono così più agenti inquinanti. "Ma ci sono modi semplici per ridurre le emissioni di inquinanti pericolosi", sostiene Maria Neira, direttore del Dipartimento di salute pubblica, determinanti ambientali e sociali della salute dell'Oms.

Oltre alle conseguenze più gravi, l'inquinamento atmosferico domestico dovuto alla cottura e all'inquinamento atmosferico (esterno) provoca oltre il 50% delle infezioni acute delle basse vie respiratorie nei bimbi di età inferiore a 5 anni nei paesi a basso e medio reddito. "L'OMS sta sostenendo l'attuazione di misure politiche per la salute come l'accelerazione del passaggio a combustibili e tecnologie di cottura e riscaldamento puliti, promuovendo l'uso di trasporti verdi, alloggi efficienti dal punto di vista energetico e pianificazione urbana".

Altre Notizie