Investimenti e assunzioni, maxipiano per 15 partecipate

Conte: avanti con manovra o è recessione - Ultima Ora

Vertice sulla manovra, Salvini: “Limiamo tasse e pensioni”

Nuovo vertice sulla manovra previsto oggi in serata a Palazzo Chigi. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte parlando con i giornalisti dopo la cabina di regia con le aziende controllate. Al vertice dovrebbero partecipare - anche se sui presenti al tavolo mancano ancora conferme ufficiali - i due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il ministro dell'Economia Giovanni Tria e il sottosegretario Giancarlo Giorgetti. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.

Il vertice di governo è durato più di un'ora. Parlo di quelli che abbiamo stanziato con questa legge e che andiamo a fare approvare - afferma il premier -.

La linea del governo è stata confermata dal premier Conte che ha rilanciato: "I numeri della manovra di bilancio non sono assolutamente in discussione, anzi la manovra stessa si rafforza con il piano di investimenti per il Paese di cui domani discuteremo insieme alle principali aziende di Stato nel corso della cabina di regia qui a Palazzo Chigi". Un dato importante per l'esecutivo che da giorni si trova a fronteggiare la bocciatura da più fronti della nota di aggiornamento al Def. Avere la certezza da parte delle aziende di un forte aumento dell'occupazione, potrebbe rendere il governo più sicuro sul mantenere il punto e non indietreggiare sulla Manovra. "Ascoltiamo tutti ma gli italiani ci chiedono di tirare dritto" ha risposto Salvini. Così risponde Matteo Salvini in una dichiarazione a piazza Colonna. "Cambiare" l'impostazione della manovra "sarebbe tradire i cittadini", ha affermato il leader M5s Luigi Di Maio. "Addirittura questi saranno investimenti additivi, aggiuntivi rispetto a quelli che noi inseriamo in manovra". E' curioso che Bankitalia, Commissione, Corte dei Conti indichino la strada del ritorno al passato: le ricette del passato hanno portato al disastro.

A dieci anni dalla crisi, l'Italia è in una situazione di ritardo inaccettabile nella crescita di economia e occupazione.

Altre Notizie