Fallisce il lancio della Souyz, salvi gli astronauti

La Soyuz subito dopo il lancio dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan

La Soyuz subito dopo il lancio dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan

Mattinata da incubo per l'astronauta della NASA Nick Hague ed il cosmonauta Alexey Ovchinin, che sono stati costretti ad un atterraggio di emergenza dopo che la spedizione verso la Stazione Spaziale Internazionale è fallita a causa di un malfunzionamento del booster della sonda Soyuz.

La navetta spaziale è atterrata nel Kazakhstan e, secondo quanto fatto sapere dalla Nasa, i membri dell'equipaggio non avrebbero riportato ferite e sarebbero in buone condizioni.

Il problema ai motori si è verificato poco dopo la separazione del primo stadio del razzo.

L'equipaggio è vivo ma avverte dei sovraccarichi al 6G. Il personale della Nasa che ha seguito l'operazione da terra ha annullato il volo programmando la traiettoria di rientro della navetta russa. La NASA, da cui si poteva seguire l'evento in diretta, riferisce di un rientro sulla Terra tramite una discesa balistica, con un angolo di atterraggio più netto rispetto al normale. Con il rischio di lasciare isolata la stazione spaziale. Uno degli astronauti ha affermato di aver visto un booster malfunzionante per pochi minuti, prima di interrompere il lancio.

Le capsule Soyuz possiedono due diversi sistemi di emergenza in caso di problemi od avarie al momento del lancio o nel periodo immediatamente successivo, in grado di assicurare il rientro della capsula in sicurezza. I due membri dell'equipaggio stanno bene e sono in contatto con le squadre di ricerca e soccorso.

Altre Notizie