MotoGP, Marc Marquez: quando il ragioniere si dimentica di esistere

MotoGP, Marc Marquez: quando il ragioniere si dimentica di esistere

Ducati MotoGP: Dovizioso è secondo in Thailandia dopo una spettacolare lotta con Marquez - RTR Sports

Una macchia che lo spagnolo della Honda ha lavato via a Buriram, dove con il settimo successo stagionale Marquez ha messo la definitiva ipoteca sul quinto titolo in sei anni di MotoGp, il settimo in carriera a soli 25 anni: fra due settimane, a Motegi (pista di proprietà della Honda), a Magic Marc basterà precedere Dovizioso sul traguardo per festeggiare il Mondiale con tre gare d'anticipo. No, non credo proprio (sorride, ndr).

Queste le sue parole: "Sinceramente non mi preoccupa il fatto che Marquez possa battere i miei record. Potevo vincere più Mondiali, forse il più grande rimpianto è non aver vinto il titolo a Valencia nel 2006, quando ho commesso un errore". Da nove volte campione del mondo e icona di questo sport, chi secondo Rossi è il pilota più grande di tutti i tempi?

Più semplice accorciare le distanze nella classifica delle vittorie nella classe regina, con il trionfo numero 42 Marquez arriva a - 5 da Lorenzo, - 12 da Mike Doohan, - 26 da Giacomo Agostini e a - 47 da Valentino Rossi. Voglio continuare fino a quando non sarò competitivo perché la sensazione che si prova dopo aver vinto una gara o il podio mi piace tanto. Sarebbe bello fare una gara con le leggende e i campioni di diversi periodi, mi piacerebbe correre contro Agostini e sarei molto curioso anche di correre contro gli statunitensi, come Kevin Schwantz e Wayne Rainey.

Altre Notizie