Juve, Paratici: "Marotta all'Inter? Non mi sorprenderei"

JUVENTUS, Febbre per CR7 in Friuli: tifosi all'hotel

Juventus, Paratici: "Cristiano Ronaldo un professionista ineccepibile"

Direttamente dal palco del Premio Manlio Scopigno arrivano altre parole di Fabio Paratici, direttore sportivo della Juve: "Marotta all'Inter?" È un giocatore di grande valore, che ha sempre espresso nella propria vita grandi valori, è molto impegnato nel sociale, è un professionista ineccepibile, una persona ineccepibile, di questo ne sono testimonianza le dichiarazioni di tutti i compagni.

"Non mi sorprenderei perché è un grande dirigente, uno dei più grandi degli ultimi dieci anni, forse insieme a Galliani, e quello nerazzurro è un grande club". Io spero solo che lui sia felice: se ciò vorrà dire essere il dirigente di un grande club italiano, bene così. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge. Finora mi è riuscito bene stare tre passi indietro - ha proseguito - È una questione caratteriale. Fame di vittorie confermata anche da Federico Bernardeschi, entrato a partita in corso ma bravo a mettersi subito in evidenza: "We just can't get enough - non ne abbiamo mai abbastanza" il pensiero del centrocampista toscano, esploso definitivamente quest'anno in bianconero. "Con Agnelli - ha aggiunto - c'è una relazione lavorativa e rispetto dei ruoli, ci confrontiamo".

Su Milinkovic e Pogba: "È un bravissimo calciatore, ma non ne abbiamo mai parlato: né con lui e né con la Lazio".

"Non so se siamo favoriti". "Cercheremo di fare meglio - ha concluso -".

Altre Notizie