È stata ritrovata la lettera "eretica" originale di Galileo Galilei a Londra

Galileo

CLICCA PER INGRANDIRE

Stiamo parlando della lettera perduta in cui Galileo Galilei sviluppò le sue tesi contro l'idea, sostenuta dalla Chiesa, che fosse il Sole a ruotare intorno alla Terra. Ne dà notizia la rivista Nature sul suo sito.

La scoperta della lettera, che tutti davano per persa, è stata fatta da Salvatore Ricciardo lo scorso 2 agosto a Londra. "È ancora più incredibile - ha aggiunto - perché la lettera non era custodita in un'oscura biblioteca, ma nella biblioteca della Royal Society".

È stato lo stesso Ricciardo, con i colleghi Giudice e Camerota, ad analizzare la lettera e a descriverla in un articolo in via di pubblicazione sulla rivista Notes and Records, della Royal Society. Soltanto lo storico della scienza Allan Chapman, dell'Università di Oxford e presidente della Royal Society per la storia e l'astronomia, lascia spazio all'entusiasmo: "È così importante - ha detto a Nature - che permetterà nuovi approfondimenti in questo periodo critico". La lettera è indirizzata all'amico Benedetto Castelli, matematico dell'Università di Pisa, e porta la data del 21 dicembre 1613 con firma "GG". È stata ritrovata da Salvatore Ricciardo, un ricercatore dell'Università di Bergamo.Il testo venne inviato all'Inquisizione il 7 febbraio del 1615 dal prete domenicano Niccolò Lorini e la copia di quella lettera è adesso custodita negli Archivi Vaticani. L'originale potrà chiarire se i toni usati dallo scienziato furono davvero tanto duri come l'Inquisizione aveva sostenuto all'epoca quando, per evitare la condanna a morte, Galileo fu irrimediabilmente costretto ad abiurare.

Altre Notizie