Mangkhut si abbatte sulle Filippine

Il potente tifone Mangkhut sta arrivando nelle Filippine

Super tifone Mangkut a ridosso di Luzon, nelle Filippine. Impatto imminente

Gli esperti paragonano la sua forza a quella di un uragano di categoria 5.

In arrivo sabato 15 settembre sull'isola di Luzon, a nord delle Filippine, il distruttivo super tifone Mangkhut, più potente dell'uragano Florence.

Genova - Oltre 50.000 pescatori e circa 11.000 pescherecci sono stati richiamati nei porti della provincia orientale cinese di Fujian in vista dell'arrivo del tifone Mangkhut, che nelle ultime ore si è abbattuto sul nordest delle Filippine. "Questo tifone può potenzialmente causare danni su larga scala e ogni possibile precauzione deve essere presa prima che tocchi terra". Si lavora per ripristinare la viabilità e a breve la struttura dovrebbe tornare alla normalità La situazione è in continuo miglioramento ma al momento lo stato d'emergenza resta, visto i numerosi problemi causati dal tifone. Il presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, riunirà infatti oggi il Consiglio nazionale per cercare di ridurre al minimo i rischi e gestire al meglio la probabile catastrofe.

La tempesta tropicale infatti ha già devastato l'isola di Guam e le Isole Marshall situate nel Pacifico, causando inondazioni e distacco dell'energia elettrica. Migliaia di persone stanno lasciando le loro case mentre il governatore locale, Manuel Mamba, ha ordinato la chiusura delle scuole lungo la prevista traiettoria del tifone. Anche il Global Disaster Alert and Coordination System teme "un alto impatto umanitario".

Altre Notizie