Juve, Allegri duro con Dybala: "Ritrovi la condizione fisica"

Massimiliano Allegri Juventus

Getty Images

Oggi Paulo Dybala è un talento di difficile collocazione negli 11 titolari di Max Allegri, e contro il Sassuolo va verso la terza panchina consecutiva, dopo poco più di mezz'ora in campo con la maglia dell'Argentina. In ogni caso Dybala ha espresso in settimana le sue emozioni, nessun caso, la consapevolezza di dover migliorare e farebdu più, vista la tanta concorrenza che c'è a Torino. De Zerbi è uno dei più giovani, le sue squadre giocano e costruiscono.

A proposito di formazione, la novità è Emre Can. Sono convinto che a gennaio andrà via, ha diverse richieste e credo che lascerà i bianconeri. Le sue squadre giocano bene. "Siete i primi che lo vogliono in campo poi lo massacrate.".

"Può essere la prima da titolare, perché Pjanic difficilmente giocherà". È normale un periodo di adattamento. Considero la partita contro il Sassuolo uno scontro diretto o almeno questo dice la classifica. "Con Khedira sta in mezzo, o lui o Bentancur, altrimenti fa la mezzala". A che punto siamo? Sul campo il giorno della partita Frosinone-Palermo tutti hanno visto cosa è successo, compreso all'estero.

Il presidente Maurio Zamparini è sempre stato un uomo vulcanico che non le manda certo a dire quando si tratta di esprimere le proprie opinioni. Rivediamo negli ultimi 20 anni le idee di calcio: non è tutto da buttare, ma serve un programma. C'è una metodologia che va un pochino rivista anche a livello di educatori e scuole calcio. "Allegrismo? Non deve entrare nei vocabolari". "Noi abbiamo un ragazzo che è Fagioli e vederlo giocare è un piacere, perché è un ragazzo del 2001 che conosce il calcio". Torniamo alle cose semplici: stoppare la palla, passarla, anche perché un passaggio fatto bene è un'azione da gol. E su questi particolari bisogna lavorare di più, perché il calcio, soprattutto per i ragazzi, è un gioco.

Questo articolo potrebbe contenere link a piattaforme digitali con servizi a pagamento.

Altre Notizie