Ryanair, sciopero del 10 agosto: 400 voli cancellati

Ryanair, sciopero il 10 agosto

Sciopero Ryanair: il 10 agosto oltre 140 voli cancellati

I passeggeri coinvolti dovrebbero essere già stati informati tramite sms o e-mail, ma tutti coloro che viaggiano con la compagnia aerea irlandese da/verso quei Paesi sono invitati a verificare con la compagnia aerea.

L'ultimo sciopero di Ryanair ha bloccato i voli del 25 e 26 luglio: in quell'occasione l'85% dei passeggeri che aveva comprato un biglietto della compagnia irlandese, era rimasto a terra, segnando lo sciopero più grande nella storia di Ryanair, con 600 voli cancellati.

Per quanto riguarda la Germania Ryanair è stata costretta a cancellare 250 voli da/per la Germania venerdì 10 agosto 2018.

Ryanair si ferma il 10 agosto.

La compagnia tiene la linea ribadendo che non accetterà richieste tali da compromettere il suo modello di business: ha inoltre avvertito che potrebbe ridurre il calendario dei voli invernali e tagliare la flotta, con la possibile perdita di 100 posti di lavoro nelle sue 87 basi.

Il personale navigante chiede nuovi contratti con aumenti retribuzioni e migliori condizioni d'impiego dopo che la compagnia ha riconosciuto le organizzazioni dei piloti circa da un anno.

Ryanair ha anche annunciato che i passeggeri potranno spostare il volo cancellato gratuitamente.

La mobilitazione più significativa è quella annunciata oggi dal sindacato tedesco, che ha indetto uno stop dei voli per 24 ore, dalle 3.01 di venerdì alle 2.59 di sabato, solidarizzando con il personale degli altri Paesi, che avevano già lanciato la protesta. "Ryanair ha categoricamente escluso qualsiasi aumento di stipendio nel corso dei negoziati", ha detto il sindacalista di Vereinigung Cockpit (VC), Martin Locher durante una conferenza stampa aggiungendo che "al tempo stesso, Ryanair non ha dato alcun segnale per trovare una soluzione". Un vero disastro per migliaia e migliaia di turisti - 55 mila gli utenti coinvolti in Germania - che stanno preparando le valigie in queste ore, per andare finalmente in vacanza.

"Questo sciopero non è necessario ed è ingiustificato", ha affermato Kenny Jacobs, capo marketing del gruppo.

Altre Notizie