La Disney non riassumerà James Gunn per Guardiani della Galassia Vol. 3

Guardiani della Galassia Vol. 3 | James Gunn tornerà alla regia

Guardiani della Galassia Vol. 3 | James Gunn tornerà alla regia

Speriamo che quanto successo possa servire da esempio per tutti noi per capire la grande responsabilità che abbiamo nei riguardi di noi stessi quando scriviamo delle parole e le scolpiamo sulla pietra digitale; noi, come società, possiamo imparare da questa esperienza, e in futuro ci penseremo due volte prima di decidere che cosa vogliamo esprimere; e nel farlo, forse potremo sfruttare questa capacità di aiutare e guarire invece di farci del male l'un l'altro.

James Gunn, autore e mente creativa dietro dietro i successi cinematografici targati Marvel Studios Guardiani della Galassia e Guardiani della Galassia Vol. 2 è stato licenziato in seguito al ritrovamento di suoi vecchi tweet di natura estremamente controversa, risalenti a ben 10 anni fa.

James Gunn ha spiegato le proprie ragioni, sempre tramite Twitter, con 5 cinguettii dove dichiara come si vedeva, come si sente e come è cambiato. Secondo quando rivelato da Variety sembra che Disney non sia per niente intenzionata a riassumere il regista, anzi sarebbe già al lavoro su un possibile sostituto. Stando ad una fonte vicina allo studio, "non vedo la possibilità che la Disney lo reintegri". Registi come Anthony e Joe Russo, Taika Waititi e Jon Favreau sono infatti impegnati con altri progetti e non potrebbero garantire la loro disponibilità, pertanto Disney spera di ingaggiare un regista di assoluto spessore, con una sensibilità adatta ai Guardiani.

Al coro di chi chiedeva il reintegro del regista statunitense si è aggiunto anche il cast di Guardiani della Galassia che, nei giorni scorsi, ha pubblicato una lettera rivolta ai vertici Disney.

Attraverso questa lettera i membri del cast sostengono che le battute fatte da Gunn molti anni prima non rispecchiano la persona di adesso, e per questo motivo ne auspicano la riassunzione. Crediamo che il tema della redenzione non sia mai stato più rilevante che in questo momento.

Altre Notizie