Monchi: "Per Alisson offerta fuori mercato. Roma più forte? Non lo so…"

Roma, Alisson porterà un tesoro. Monchi sogna di strappare Chiesa alla Fiorentina

Monchi e il dopo Alisson: “Offerta irrinunciabile, ma siamo sempre più ambiziosi”

Abbiamo uno degli allenatori più forti del calcio italiano e abbiamo uno spogliatoio ambizioso.

"Non abbiamo ancora chiuso nulla". "Fino ad ora non abbiamo chiuso niente, la trattativa si chiude una volta che tutto è pronto".

È la sua conferenza di presentazione, ma la scena gliela ruba il direttore sportivo Monchi, che infatti ad un certo punto si scusa anche. Se tutto andrà bene si chiuderà presto. Il lavoro di un ds è capire il prima possibile quello che succede. Abbiamo valutato i pro e i contro e abbiamo fatto la scelta di parlare col Liverpool per trovare l'accordo. L'ambizione della Roma è allo stesso livello o anche di più, abbiamo venduto due giocatori importanti come Nainggolan e Alisson, abbiamo preso più giocatori di tutti e continuiamo a lavorare. "Non cambia niente dire essere la prima, la seconda o la terza, il mio compito è quello di fare una squadra forte". C'è una squadra fortissima che non può giocare in Europa e c'è chi non può fare la rosa per decisione della UEFA. "La volontà del giocatore è importante, ma con me si è comportato sempre benissimo". L'anno scorso dicevamo le stesse cose, poi abbiamo fatto la miglior stagione degli ultimi 10 anni. Il comportamento di Alisson con me è stato da 10, se lui mi dice di non andare via e poi arrivano 200 milioni. - ha spiegato il ds spagnolo - Lui ha accettato, non ho mai sofferto la sua pressione.

Il direttore sportivo punge poi il Milan riferendosi al mercato delle altre squadre: "Sulla carta siamo tutte forti, l'anno scorso si parlava di una squadra che stava facendo un bellissimo mercato, dopo. boh!". Olsen? Lui è una possibilità ma non l'unica. Non c'è nessuno che metta più pressione a me di me stesso. Sono giovane, devo ancora imparare tanto ma voglio mostrare il mio valore con questa maglia. "N'Zonzi? Mi piace tanto, ma è fuori dalla nostra portata". Sono rimasti giocatori che saranno più forti e arriveranno giocatori che renderanno la rosa più forte possibile. Se tutti vanno nelle stessa direzione è più facile raggiungere l'obiettivo. Piace molto Chiesa, che rappresenta un sogno ed è difficile da strappare alla Fiorentina, ma con la possibilità di spendere la Roma potrebbe fare un nuovo tentativo per convincere il club viola, che finora è orientato a confermare il giovane talento per un anno. Soldi che sono stati già in parte reinvestiti in entrata con gli arrivi di Cristante, Pastore, Kluivert, Marcano, Fuzato e Coric. Abbiamo uno spirito collettivo di tutta la società importante.

Altre Notizie