Governo: nominati 39 sottosegretari e 6 viceministri. Domani 13 giugno il giuramento

I nuovi potenti. Ecco l’elenco dei sottosegretari del governo Di Maio- Salvini. E la Lega strappa lo stesso numero di posti del M5S

Governo: nominati 39 sottosegretari e 6 viceministri. Domani 13 giugno il giuramento

Non si sa ancora se saranno viceministri o sottosegretari. Luca Frusone silurato sulla linea d'arrivo.

Il Consiglio dei Ministri si è riunito sotto la presidenza di Conte e con la presenza del sottosegretario alla Presidenza dei ministri Giancarlo Giorgetti. Il giuramento dei membri che vanno a completare il Governo Conte è previsto nella giornata di mercoledì 13 giugno a Palazzo Chigi. Sono stati nominati ieri dal Consiglio dei ministri. Infine, sono stati nominati sottosegretari al ministero per i Rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta i pentastellati Vincenzo Santangelo e Simone Valente.

L'onorevole Mattia Fantinati è il sottosegretario alla Pubblica amministrazione; invece l'onorevole Stefano Buffagni si occuperà di Affari regionali e autonomie. Vincenzo Zoccano (Famiglia e disabilità); pres. Luciano Barra Caracciolo (Affari europei); sen. Crimi avrà la delega all'Editoria, mentre Spadafora sarà anche segretario alla Presidenza del Consiglio.

Agli esteri vanno anche l'italo-argentino Ricardo Antonio Merlo, fondatore del Movimento Associativo Italiani all'Estero, e Guglielmo Picchi, consigliere di Salvini per la politica estera e animatore del centro studi Machiavelli, "il think tank del nuovo conservatorismo". Per quanto riguarda il ministero dell'Interno, sono stati nominati sottosegretari gli onorevoli Luigi Gaetti e Carlo Sibilia.

Alla Giustizia: Vittorio Ferraresi; Jacopo Morrone.

Alla Difesa, al posto dell'onorevole Luca Frusone è andato Angelo Tofalo, deputato del Movimento 5 Stelle alla seconda legislatura come il suo collega di Frosinone. L'altro sottosegretario, per la Lega, è Maurizio Fugatti.

Sottosegretari Massimo Bitonci della Lega e Alessio Villarosa del M5s. Scelte che hanno portato all'esclusione di Stefano Buffagni, bocconiano vicino a Casaleggio, che aspirava alla delega alle Partecipate.

Allo Sviluppo economico vanno Andrea Cioffi, Davide Crippa, Dario Galli e Michele Geraci.

Alle Politiche agricole alimentari e forestali: Franco Manzato; Alessandra Pesce. Ultima poltrona al 38enne Salvatore Micillo, napoletano di Villaricca, che arriva dal cuore della Terra dei Fuochi ed è sottosegretario al Ministero dell'Ambiente al fianco del generale Costa, deciso a continuare a combattere la sua battaglia contro il traffico illecito dei rifiuti nella terra più avvelenata della Campania.

Alle Infrastrutture e Trasporti Michele Dell'Orto, Edoardo Rizzi, Armando Siri. Al lavoro e le politiche sociali: Claudio Cominardi e Claudio Durigon.

All'Istruzione, università e ricerca: Lorenzo Fioramonti; Salvatore Giuliano.

Altre Notizie