Milan, Yonghong Li tra aumento di capitale e nuovo socio

Il nuovo socio potrebbe essere svelato venerdì, quanto è previsto un CdA a Casa Milan per ratificare l'ultimo aumento di capitale da parte di Yonghong Li.

Importante approfondimento della Gazzetta dello Sport sul futuro societario del Milan. Dopo giorni di attesa, il Milan di Yonghong Li si prepara infatti per un periodo di fuoco con l'imminente consiglio d'amministrazione, la sentenza dell'Uefa e il possibile ricorso d'urgenza al Tas di Losanna. Con discrezione e con una presenza tangibile, dal momento che il fondo si era già reso disponibile ad aiutare ulteriormente la proprietà cinese in caso di necessità, e si era posto come importante garante di fronte alla Uefa nella richiesta di settlement. Con nuova liquidità e un socio economicamente forte, infatti, l'ipotesi di veder uscire di scena il fondo americano sembra sempre più probabile. Nel senso che sarà rimborsato dell'intero prestito, ovviamente compresi gli interessi.

L'ingresso di un nuovo socio nel Milan, seppur con quote di minoranza, è vicinissimo.

Martedì 19 giugno, Fassone, accompagnato dal professor Umberto Lago (uno dei padri fondatori del Fair Play Finanziario) e probabilmente dall'avvocato Roberto Cappelli (capo della task force legale del club), è atteso a Nyon davanti alla Camera Giudicante della Uefa. Ne è convinto Marco Bogarelli, l'ex manager di Infront, che oggi affianca Mediapro nella partita per i diritti tv della Serie A e, secondo alcuni rumor, starebbe giocando anche al fianco di investitori interessati al club rossonero.

A beneficiarne, oltre alle casse del club, sarebbe anche l'immagine del Milan a livello internazionale.

MILIONI. I 32 milioni che ancora mancano per completare la seconda tranche da 60 di aumento di capitale sono in arrivo. In teoria potrebbero essere versati entro fine mese, ma Mr. Li dovrebbe riuscire a chiudere la pratica entro la fine della prossima settimana, completando i 120 milioni complessivi che il Cda gli aveva indicato lungo i mesi come necessari per la gestione del club.

Altre Notizie