Sporting Lisbona, sei giocatori chiedono la rescissione

Sporting Lisbona, sei giocatori chiedono la rescissione

Sporting Lisbona, sei giocatori chiedono la rescissione

Lo Sporting Lisbona deve fare i conti con un'emigrazione di massa di giocatori dopo l'episodio dell'assalto avvenuto il 15 maggio nel ritiro di Alcochete quando un centinaio di ultras incappucciati hanno aggredito tra gli altri William Carvalho, Rui Patricio e Bas Dos.

La vergognosa aggressione commessa un mese fa dal tifo più caldo dello Sporting Lisbona rischia di avere strascichi pesanti sul futuro di uno dei club più titolati del Portogallo, alle prese con una situazione davvero inverosimile. Questi giocatori dunque con l'addio ufficiale con rescissione saranno liberi di andar via, a zero con buona pace dello Sporting. Ma occhio anche al portiere Rui Patricio, al centrocampista Bruno Fernandes (già di Udinese e Sampdoria) e all'esterno Podence.

Come riportano i portoghesi di A Bola, Luis Filipe Vieira, presidente del Benfica, avrebbe intenzione di mettere sotto contratto i calciatori che si svincoleranno dai "cugini" dello Sporting Lisbona. Il portoghese classe 1994 ha fatto della duttilità la sua dote principale, che gli permette di giocare in diversi ruoli in mediana, e anche a ridosso delle punte.

Attenzione a William Carvalho.

Altre Notizie