Migranti, Aquarius verso Valencia. 500 trasferiti su navi italiane

La localizzazione di Aquarius in mare

La localizzazione di Aquarius in mare

"Questioni più ampie come quella su chi è responsabile e competente dovrebbero essere esaminate solo dopo", aggiunge. Nel porto di Catania è attesa la nave Diciotti della Guardia costiera italiana con 937 persone a bordo.

Intanto si è registrato un nuovo ingresso di migranti sulle coste siciliane, e in particolare sulla spiaggia di Calamosche, nella zona di Noto. Secondo Repubblica sono sbarcati 53 migranti, di cui 14 bambini, 8 donne e 31 uomini. L'imbarcazione è stata intercettata nella notte tra l'11 e il 12 giugno dalla Guardia di Finanza. Quindi sono stati trasferiti al porto commerciale di Augusta: qui sono già iniziate le procedure di identificazione.

"Avremmo potuto affrontare questo tipo di viaggio se avessimo avuto meno persone sulla nave in modo tale che potessero essere accomodati e protetti all'interno di uno spazio coperto e non esposti all'aperto sui pontili". Così sarebbe compromessa la sicurezza dei migranti a bordo e dell'intero equipaggio. Tuttavia l'Italia ha risposto mettendo a disposizione le proprie navi militari per farsi carico di diversi migranti; la Aquarius, infatti, al momento sopporta una capacità di 100 unità superiore rispetto a quella tollerata. La leader del Rassemblement National, Marine Le Pen, interpellata dall'agenzia di stampa italiana ANSA a Parigi, commenta così la decisione del ministro dell'Interno di chiudere i porti italiani alla nave Aquarius di SOS Mediterranée. In un altro tweet Msf parla di un trasferimento di "alcune persone" dall' Aquarius a navi italiane per fare rotta su Valencia insieme. Colau ha detto che queste persone "continueranno ad arrivare comunque, perché fuggono dalla disperazione e dall'orrore". È un segnale molto positivo. A bordo ci sono ancora cibo e acqua ma non sufficienti per i giorni necessari a raggiungere la Spagna. "Stamane manderemo vedette e navi per portarli verso la Spagna". Alla lettera di Salvini, che ha definito quello maltese il "porto più sicuro" e quindi quello più adatto ad accogliere la nave battente bandiera Gibilterra, non è ancora arrivata una risposta ufficiale. Una mossa di solidarietà lodata dall'Unione europea e applaudita dal governo italiano. Ad una domanda sulle affermazioni di Matteo Salvini sul caso della nave Sea Watch 3, della ong tedesca, il governo non ha voluto aggiungere nulla. Lo ha detto il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, rispondendo ad una domanda sulla situazione della nave Aquarius.

#Aquarius ha ricevuto conferma: il porto sicuro è #Valencia. "Le condizioni atmosferiche peggioreranno nei prossimi giorni". "Il meteo è in peggioramento e sono previste onde di due metri e vento fino a 30 nodi". La situazione è stata sbloccata dall'intervento della Spagna. Da qui l'aiuto dell'Italia con le sue navi militari. Il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, intervenendo a Circo Massimo su Radio Capital, conferma quanto annunciato dalle due ong: "Confermo, è stata una decisione presa stanotte nel vertice con il premier e le Capitanerie". Su nave Dattilo della Guardia Costiera sarà presente personale medico del Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta e personale Unicef a supporto dei minori. "E penso che lo potremo fare in pochissimi giorni". Entrambi hanno chiesto la collaborazione del governo centrale. "Nessuno è stato messo in pericolo", "non mi interessano le polarizzazioni, giocare a chi è buono e chi è cattivo".

Altre Notizie