Serie A in tv, pacchetti suddivisi per fasce orarie

Serie A in tv, pacchetti suddivisi per fasce orarie

Serie A in tv, pacchetti suddivisi per fasce orarie

Norma che mette a rischio la storica trasmissione Novantesimo minuto. Tra le clausole accessorie dei diritti c'è la norma che impedisce di trasmettere in chiaro le immagini delle partite prima delle 22 della domenica, eccetto il diritto di cronaca per i telegiornali. I prezzi (complessivamente 1.1 miliardi di euro) sono commisurati sul numero di gare, sulle fasce orarie, ma anche in base alla formula del 'pick' per le 20 partite più importanti: i licenziatari potranno scegliere, con un ordine definito dal bando, collocando uno a testa i big match (tendenzialmente gli scontri diretti fra Inter, Milan, Juventus, Roma e Napoli) negli slot orari compresi nel pacchetto che ciascuno ha acquistato. La scelta di questo tipo bandi garantisce alla Lega un guadagno maggiore quantificato in 300 milioni di euro.

In pratica, però, l'operatore che si aggiudica un pacchetto potrà consentire la 'ritrasmissione' ad altro operatore con un apposito accordo.

Nella pagina successiva gli scenari più probabili per i diritti tv calcistici del triennio 2018/21.

Inizia la rivoluzione per quanto concerne l'assegnazione dei diritti televisivi della Serie A. Il secondo corrisponde a 152 partite: quella del sabato alle 15:00, una gara della domenica alle 15:00, quella della domenica alle 18:00 e il posticipo del lunedì. L'ultimo pacchetto comprende 114 partite: il sabato alle 20:30, la domenica alle 12:30 e una partita delle 15 sempre la domenica.

I tifosi di calcio rischiano di dover sottoscrivere due abbonamenti per poter vedere le partite di Serie A. È quanto emerge al termine dell'assemblea della Lega di A che ha attribuito i diritti tv per gli anni 2018-2021, privilegiando un bando per prodotti e non per piattaforme e che non tiene conto della suddivisione per squadre.

Alla fine avremo ogni turno di campionato diviso in otto parti, nove con gli eventuali anticipi al venerdì. Il campionato cadetto sarà parzialmente oscurato dal primo anticipo di Serie A che si giocherà in contemporanea. Ma sappiamo già chi ha perso in partenza: i tifosi italiani.

Altre Notizie