Davide Astori non sarebbe morto nel sonno: ecco la perizia ufficiale

Calciatore Fiorentina Davide Astori Muore

Davide Astori non sarebbe morto nel sonno: ecco la perizia ufficiale

Qui il calciatore alloggiava insieme al resto della squadra in vista della partita contro l'Udinese che si sarebbe dovuta svolgere il giorno seguente. Al momento non è possibile leggere il documento che è nelle mani del Pubblico Ministero titolare del fascicolo Barbara Loffredo che lo analizzerà con grande attenzione per cercare di capire cosa c'è scritto dentro.

Come riportato da 'Il Corriere della Sera' infatti, professori Carlo Moreschi e Gaetano Thiene hanno depositato la perizia sul caso in questione e il risultato che ne è derivato è l'esatto opposto: tachiaritmia, cioè accelerazione improvvisa del battito cardiaco, divenuta insostenibile. Una tesi, quella formulata da due medici incaricati dal pm, [VIDEO] che ribalterebbe quella iniziale in cui si parlava di morte nel sonno.

Nella perizia, inoltre, si spiega che si sarebbe trattato del primo episodio violento di una patologia che non si era mai manifestata prima.

E' appena stata consegnata la perizia sulla morte di Davide Astori e l'esito apre a uno scenario del tutto diverso da quello prefigurato sin ora. Secondo i periti Astori, che quella mattina era stato trovato esanime a letto, non sarebbe morto nel sonno e forse si sarebbe salvato se avesse condiviso la camera con qualcuno che poteva dare l'allarme.

"Non posso anticipare nulla". Lo conferma il Procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo. Viene alla mente la tragedia di un altro calciatore, Piermario Morosini, morto sul campo nel 2012 per una "cardiomiopatia aritmogena".

Davide Astori era legato alla modella Francesca Fioretti, dalla quale aveva avuto la figlia Vittoria nel 2016.

Altre Notizie