Merkel critica la foto dei calciatori della nazionale tedesca con Erdogan

Ozil e Gundogan

Ozil e Gundogan con Erdogan. Caos Germania, Angela Merkel irritata

Da due giorni in Germania non si parla d'altro.

Dopo le critiche scoppiate, Gündogan ha rilasciato una dichiarazione in cui ha difeso se stesso e Özil: "Dovremmo essere scortesi verso il presidente della patria delle nostre famiglie?"

Due calciatori tedeschi, Mesut Özil e Ilkay Gündogan, sono al centro di un'accesa polemica in Germania. Gundogan ha inoltre aggiunto una dedica personale: "Al mio Presidente con rispetto".

Un colpo propagandistico sensazionale per il controverso leader turco, che sta imprimendo al Paese una forte stretta autoritaria e il 24 giugno affronta una cruciale elezione parlamentare: il suo partito, l'AKP, ha immediatamente diffuso le immagini sui social network, sfruttandole a fini elettorali.

Le foto dei due talenti calcistici insieme a Erdogan ha scatenato un putiferio, viste le tensioni politiche ed extra-calcistiche tra Germania e Turchia.

Nelle parole della cancelliera Merkel, l'episodio "solleva interrogativi e favorisce incomprensioni". Il centrocampista del Manchester City ha provato a giustificarsi, definendo il suo un "gesto di cortesia" di cittadini tedeschi giustificato dalle origini turche: "In nessun modo volevamo dare alle foto un significato politico, tantomeno far campagna in suo favore". "Inaccettabili e calunniose", ha definito le critiche all'incontro il capo della Federcalcio turca, Yildirim Demiroren, che ha definito Erdogan "un grande appassionato di calcio": "È del tutto normale che il presidente inviti giocatori di origine turca, nati in Germania".

In quanto calciatori della nazionale di calcio, i due giocatori svolgono una funzione di esempio, ha continuato il portavoce.

Altre Notizie