Sistema Raiola, affari e insulti: la Figc apre un'indagine

"La Figc è uno schifo, la Procura apre un'indagine su Mino Raiola

Dopo gli abboccamenti e le chiacchiere dei mesi scorsi, secondo le ultime raccolte da TuttoMercatoWeb, la Roma incontrerà la prossima settimana l'agente Mino Raiola con l'intenzione di fare passi avanti verso la fumata bianca. I suoi metodi spesso non piacciono e neppure determinate sue dichiarazioni. Alla base ci sarebbero le parole pronunciate dallo stesso Raiola riguardo le mancate convocazioni di Balotelli in Nazionale e il rinnovo di Donnarumma con il Milan. Già da tempo sottotiro, Pecoraro, gli contesta la sfuriata del 20 Marzo per la mancata convocazione in Nazionale di uno dei suoi assistiti, Mario Balotelli. "Dovremmo cercare prima un direttore sportivo e fare un piano tecnico e non cercare un tecnico e farci fare un piano".

Intanto oggi Il Fatto Quotidiano rivela che la Procura Federale, struttura inquirente della FIGC, gli ha appena notificato a tre indirizzi europei l'apertura di un'indagine per la violazione del codice di giustizia sportiva: dichiarazioni lesive contro l'istituzione (per l'esattezza, articolo cinque). Sotto la lente di ingrandimento sarebbe finito il periodo che va dal 2014 al 2017, ma non è finita qui. Secondo il Fatto Quotidiano, Raiola ora rischia una sanzione di qualche decina di migliaia di euro ma, ma il messaggio reale che si vuole far passare è quello che gli agenti non hanno nessun tipo di immunità.

Altre Notizie