Usa: due afroamericani entrano da Starbucks e vengono arrestati

Vogliono usare il bagno ma non hanno ordinato arrestati. Poi arrivano le scuse di Starbucks   
                       
                
         Ogg

Vogliono usare il bagno ma non hanno ordinato arrestati. Poi arrivano le scuse di Starbucks Ogg

Due persone - entrambi afroamericani - sono entrati in una delle caffetterie Starbucks di Philadelphia; ma il personale ha chiamato la Polizia, che è arrivata ed ha arrestato i due, senza che ci fosse alcun motivo. A chiamare la polizia un dipendente, irritato dal fatto che i due giovani non ordinavano nulla e, invitati a uscire, si sono rifiutati.

I due uomini sono stati rilasciati dopo che Starbucks ha rifiutato di denunciarli. Ma le associazioni per i diritti umani hanno organizzato proteste e manifestazioni davanti al locale in questione. Anche il Ceo del gruppo, Kevin Johnson, ha chiesto scusa ai due uomini arrestati ma anche all'intera opinione pubblica annunciando che incontrerà il manager di Starbucks per la zona di Philadelphia nei prossimi giorni e assicurando: "Impareremo da questo e faremo meglio".

Altre Notizie