Dichiarazione dei redditi 2018 precompilata oggi disponibile: come funziona?

Dichiarazione dei redditi 2018 precompilata oggi disponibile: come funziona?

Dichiarazione dei redditi 2018 precompilata oggi disponibile: come funziona?

"Gentile Mario Rossi - si legge nella lettera tipo che accompagna la precompilata online - nella speranza di fare cosa gradita, Agenzia delle entrate desidera fornirti alcune informazioni su come lo Stato ha destinato le imposte relative alla tua dichiarazione dei redditi 2017, per l'anno fiscale 2016". La precompilata diventa sempre più ricca di dati, quest'anno saranno caricati quasi un miliardo di dati e, per la prima volta, ci saranno anche le spese sostenute dalle famiglie per gli asili nido. Anche il modello redditi può essere modificato dal 2 maggio, ma può essere trasmesso dal 10 maggio al 31 ottobre. Accettando la dichiarazione senza modifiche si verrà esonerato dai controlli del Fisco, mentre scatta in automatico l'eventuale rimborso Irpef sul rateo dello stipendio e della pensione di luglio o agosto. Sul sito dell'Agenzia delle Entrate viene spiegato che per quanto riguarda i dati di oneri detraibili e deducibili da indicare nel quadro E, qualora il contribuente intenda modificare quelli già presente nella dichiarazione precompilata potrà, in alternativa all'inserimento o alla rettifica diretta, "inserire nuovi documenti di spesa non presenti oppure modificare, integrare o cancellare i dati degli oneri comunicati dai soggetti terzi".

L'Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti una dichiarazione dei redditi precompilata con diversi dati già inseriti: dalle spese sanitarie a quelle universitarie; dalle spese funebri ai premi assicurativi, dai contributi previdenziali ai bonifici per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica, e altro ancora. Lo SPEED può essere richiesto direttamente all'ufficio postale.

Prende il via la stagione della dichiarazione dei redditi: il modello 730/2018 precompilato è disponibile online a partire da oggi, 16 aprile 2018. Il servizio che è già in funzione da tre anni si è andato affinando anno dopo anno, tanto che secondo l'Agenzia delle Entrate da questo momento si inaugura una vera e propria nuova fase. Avrebbe, infatti, dovuto risolvere tutti i problemi dei cittadini nel rapporto con il Fisco e, invece, la precompilata stenta a decollare. Il modello online può essere presentato anche rivolgendosi a Caf e professionisti abilitati (commercialisti o consulenti del lavoro), o tramite i sostituti d'imposta (datore di lavoro, ente pensionistico).

Il modello 730 precompilato 2018 sarà caricato all'interno del Cassetto Fiscale del contribuente.

Scegli il modello: nella sezione a destra della pagina contenente i dati è necessario cliccare sul link ipertestuale che rimanderà alla seconda pagina, in cui bisognerà scegliere il modello di dichiarazione da utilizzare, nel nostro caso il modello 730/2018.

Altre Notizie